Resta in contatto

Rubriche

Serie A, il punto: sconfitta ma anche consapevolezza della sua forza per il Cagliari. Lotta al vertice apertissima

Inter, Juventus e Roma dimezzano lo svantaggio dalla vetta ancora appannaggio del Milan. E da domani si gioca di nuovo

Un campionato aperto che, dopo undici giornate e, all’orizzonte tre turni in una settimana, è al momento diviso in due parti. L’alta classifica, la lotta per essere nella parte sinistra della classifica al decimo posto e la zona calda. Il Cagliari si trova nel secondo troncone.

SQUADRA VIVA. Nonostante la sconfitta maturata solo nella ripresa, figlia della qualità in panchina da parte dell’Inter, la squadra di Di Francesco se  l’è giocata contro i nerazzurri. Certo: Cragno è stato superlativo specie nel primo tempo, ma va anche ricordato che dopo la rete di Sottil al 41’ sono stati i rossoblù ad andare due volte ad un passo dal raddoppio. Il pareggio di Barella (che molti scordano essere un serio professionista) e la rete di D’Ambrosio, hanno cambiato le carte in tavola. Ma la qualità del progetto Di Francesco c’è e si vede. Ora sotto con Parma al Tardini mercoledì, Udinese alla Sardegna Arena domenica e la trasferta tra dieci giorni all’Olimpico con la Roma, con la consapevolezza di potersi giocare tutte le carte in tavola, magari con un Simeone e un Nandez di nuovo in gran forma e i ritorni tanti attesi di Godin e Ounas.

CAMPIONATO APERTO. Il Milan rallenta in vetta, più per sua sfortuna (con 4 legni colpiti ieri sera a San Siro) che per merito del Parma, cinico nelle uniche due occasioni avute per segnare. La compagine di Pioli, che in campionato non conosce ko da mesi, ha confermato che merita di essere al primo posto. Ma, nell’ordine, Inter, Napoli, Juventus, e Roma hanno accorciato, senza dimenticare che sono li anche le sorprese (ma ormai certezze) Sassuolo e Hellas Verona. Restano attardate Lazio e Atalanta, con in bergamaschi che però devono recuperare la contesa sul campo dell’Udinese che sta vivendo un bel momento, grazie a tre vittorie consecutive messe in cassaforte.

Non meno avvincente la lotta per il decimo posto, con il Cagliari in mezzo e che coinvolge ben otto squadre dalla già citata Udinese alla Fiorentina in grave crisi ma li. L’arrivo di Prandelli (al posto di Iachini) non ha portato alla svolta: tre sconfitte con Benevento, Milan e ieri Atalanta ed un pareggio raggiunto, solo all’ultimo istante e dopo un lungo recupero, lunedì scorso contro il Genoa. Il presidente Commisso non ha gradito il crollo a Bergamo e ha ordinato il ritiro. Stessa cosa annunciata ieri dal tecnico del Bologna Mihajolovic fino al 23 dicembre, inviperito contro i giocatori dopo l’1-5 al Dall’Ara contro la Roma. “ Abbiamo preso gol e non c’è uno che si arrabbia. Come ci si riprende? Da domani si va in ritiro fino a Natale così ci schiariamo le idee. Questo è l’atteggiamento sbagliato. A me queste figure non piacciono”.  

Battendo 4-1 nell’anticipo lo Spezia (irriconoscibile rispetto alle ultime prestazioni) il Crotone si è ufficialmente iscritto alla corsa per salvezza. Certo la strada è in salita, ma la il team di Stroppa ha dato un segnale con la prima vittoria stagionale. I calabresi restano ultimi, un punto dietro Genoa e Torino, con i liguri in partita con la Juventus fino alla fine (la differenza è stata fatta con i due gol di rigore dal solito Ronaldo) e vivi al contrario dei granata di Giampaolo in evidente difficoltà dopo il 2-3 casalingo contro l’Udinese e con all’orizzonte la gara di giovedì alle 20.45 sul campo di una lanciatissima Roma, senza dimenticare la trasferta di domenica sul terreno di gioco un Bologna con evidenti problemi e quindi la seconda trasferta di fila al Maradona, contro il Napoli.  

LA PROSSIMA GIORNATA. Il turno numero 12 si giocherà tra domani e giovedì. Si parte con la sfida della Dacia Arena (ore 18,30 su Sky Calcio tra Udinese e Crotone, alle 20.45, in onda su Dazn, sfida tra i fratelli Inzaghi, con Filippo che al Vigorito con il suo Benevento, attende la Lazio del fratello Simone. Mercoledì alle ore 18.30 interessante confronto, su Sky Calcio tra Juventus e Atalanta, due squadre una settimana fa qualificate agli ottavi di Champions. Ben  cinque le partite in programma alle 20.45: in onda su Sky Fiorentina-Sassuolo, il big-match Inter-Napoli,  Parma-Cagliari e Spezia-Bologna. Dazn trasmetterà invece Mercoledì 16 dicembre 2020 ore 20.45 Genoa-Milan. Dazn manderà invece in onda Hellas Verona-Sampdoria. Infine, giovedì alle 20,45 su Sky, c’è Roma-Torino.

18 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
18 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Ma anche ago ma perché non ha messo tre attaccanti subito dal primo minuto doveva essere un assalti ed invece abbiamo visto zavorre scarse senza..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Rubriche