Resta in contatto

News

Posticipo Serie A. Tante emozioni e gol annullati: alla fine il Milan agguanta l’Hellas Verona sul 2-2

Scaligeri avanti dopo 19’ poi l’assalto rossonero che si concretizza solo al 93’ con l’incredibile Ibrahimovic

Non sono mancati episodi e emozioni a San Siro. Il 2-2 finale tra Milan e Hellas Verona lo certifica.

FACCIA A FACCIA. Tre giorni dopo il brutto 3-0 casalingo in Europa League con il Lille, la squadra di Pioli si ripresenta a San Siro. La sua avversaria è la compagine di Juric che (nonostante alcune cessioni importanti nell’ultimo mercato) sta ripetendo ad alti livelli, il campionato della scorsa stagione. Pioli perde per un problema muscolare Romagnoli (fermatosi nel riscaldamento) in difesa e si affida a Gabbia. Per il resto squadra delle ultime gare, confermata. La squadra di Juric, come fa sempre, se la gioca fin da subito a viso aperto e al 5’, Donnarumma evita lo 0-1 con una grande uscita, su Kalinic sul passaggio di Zaccagni. Trenta secondi dopo, Barak  (sulla palla respinta dalla traversa su tiro di Ceccherini) anticipa tutti e insacca. Immediata reazione della capolista, con Saelemaekers che al  minuto 8 fa partire un destro violento, con Silvestri che risponde coi pugni ed evita il pareggio. Aumenta la pressione della squadra di casa, con Ilic perfetto al 10’ nell’anticipare di Kessiè. Gli scaligeri raddoppiano al 19’  Zaccagni sugli sviluppi di una punizione calciata da Barak, deviato da Calabria, che spiazza il suo portiere Donnarumma. Al 27’ i padroni di casa riaprono la contesa, con l’autorete di Magnani, che devia la sfera accidentalmente sul cross di Saelemaekers e l’inserimento di Kessie.

30’: Silvestri evita il 2-2 su Thero Hernandez, chiudendo lo specchio della porta. Al 5’ della ripresa Dimarco si divora il  3-1, mentre un minuto dopo Calhanoglu segna in posizione di fuorigioco. 32’: Ibrahimovic sugli sviluppi del corner, fa partire un colpo di testa ravvicinato, Silvestri reattivo. Traversa di Ibra: non è serata dopo il penalty fallito, e concesso per fallo di Lovato su Kessiè al 21’. Secondo gol annullato a Calabria al 46’, per fallo di mano di Ibrahimovic. Guida aveva prima concesso poi cambiato decisione dopo aver visto le immagini al VAR. Il 2-2 lo sigla Ibrahimovic al 48’ di testa, dopo il primo salvataggio di Silvestri e successivo passaggio allo svedese, di  Brahim Diaz. Per il Milan un solo punto, ma importante per tenere la vetta.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News