Resta in contatto

News

Posticipi Serie A: il Sassuolo vince 2-0 a Napoli ed è secondo. la Roma supera 2-0 la Fiorentina

Impresa degli uomini di De Zerbi ora a -2 dalla capolista Milan grazie al gol su rigore di Locatelli e al raddoppio nel recupero di Lopez

Due le gare in programma alle 18, valide per la sesta giornata della Lega Serie A 2020/2021, in attesa del derby di Genova delle 20.45 tra Sampdoria e Genoa e la sfida di domani (sempre alle 20,45) tra Hellas Verona e Benevento. Mercoledì alle 17, il recupero della terza giornata, Genoa-Torino. Le sintesi dei due match di stasera:

NAPOLI-SASSUOLO 0-2.  Reduce dalla vittoria in Europa League in casa del Real Sociedad, la squadra di Gattuso è subito pericolosa al 3’  con  Mertens, che calcia dal limite dell’area mandando la sfera fuori d’un soffio. Poco dopo, un errore di Consigli regala la palla a Osimhen, che batte a colpo sicuro, ma trova stavolta (11’) la grande parata del portiere avversario, con un colpo di reni. Piano piano la squadra di De Zerbi prende calcio e fiducia, nonostante le tante assenze in attacco, presentandosi al 28’ con Chiriches, davanti a Ospina. Quattro minuti  dopo botta potente di Osimhen, sfera sulla traversa e ospiti che si salvano ancora una volta. Crescono gli ospiti, vicini alla rete al 43’ con Boga, che non arriva solo per l’ottima risposta di Ospina. Squadre al riposo dopo 1’ recupero, concesso da Mariani.

22” della ripresa e Rogerio, si presenta pericolosamente davanti al portiere di casa, che riesce però ad avere la meglio.  Insistono gli emiliani, al tiro col destro di Locatelli, palla di poco fuori. Un minuto dopo chance Osimhen, sul passaggio di Hysaj, ma il risultato non schioda dallo 0-0 iniziale. Al 5’ gran punizione di Mertens, e super risposta in angolo di Consigli. Fallo ingenuo e inutile di Di Lorenzo al 12’ su Raspadori, l’arbitro indica senza indugi il dischetto. Da dove Locatelli non sbaglia e porta in vantaggio i suoi.  20’. Gran palla sul primo palo di Politano per Mertens, che si divora il pareggio davanti alla porta. Gattuso opera alcuni cambi per aumentare il peso offensivo, alla ricerca almeno del pareggio. La pressione e l’assedio costante dei partenopei, che si vedono annullato il pareggio al 45’ sul gol di Manolas, per fuorigioco di Osimhen. Al 51’, dopo una protesta vana del Napoli, per un rigore, la squadra Lopez che salta un successione Manolas e Koulibaly, entra in area per e batte Ospina, vincendo lo scontro diretto del San Paolo e portandosi clamorosamente (fino ad un certo punto) al secondo posto, a 2 punti dalla capolista Milan, passata 2-1 a Udine nel match giocato all’ora di pranzo.

ROMA-FIORENTINA 2-0. La brutta prestazione in Europa League, con tanto di rischio sconfitta di giovedì in casa contro il CSKA Sofia, sembra essere messa da parte della squadra di Fonseca, che dopo aver sofferto la squadra di Iachini con la doppia chance capitata a Castrovilli (1’ e 2’) sblocca il confronto al 12’, complice Martinez Quarta e Milenkovic che si ostacolano e  lasciano uno spazio enorme a Spinazzola, che col destro batte Dragowski. Dopo la rete i giallorossi hanno la doppia opportunità (non concretizzata) per il raddoppio, capitata a Dzeko che prima si trova la strada della marcatura sbarrata dall’intervento provvidenziale di Lirola al 14’ e quindi un minuto dopo con palla di pochissimo alta sopra la traversa. L’attaccante bosniaco si trova l’opposizione in respinta del portiere polacco della squadra di Iachini in grande sofferenza, al 23’. Precedentemente (18’) Pedro sfiora l’incrocio dei pali. 30’: Lirola, innesca Callejon, ma è fondamentale l’intervento di Mancini. I toscani si salvano ancora una volta dal 2-0, al minuto 36’: Karsdorp si vede il tiro parato da Dragowski, sulla ribattuta Mkhytarian trova però l’eccellente reattività dell’estremo difensore, sfera in corner. Solo una squadra in campo, quella di casa, mentre gli ospiti dopo le due occasioni in avvio, non si sono mai fatti pericolosi dalle parti di Mirante.

Nel secondo tempo improvvisa accelerata al 12’ della Fiorentina, con palla di Lirola per Callejon, ma non accade nulla. Dragowski (15’) in uscita bassa, si oppone bloccando Mkhitaryan, lanciato da Dzeko. Lo stesso attaccante armeno è fermato all’ultimo istante in difesa al 18’. Iachini inserisce Vlahovic e Kouame, per dare maggior peso offensivo al 24’, ma un minuto dopo la sua squadra subisce il raddoppio giallorosso, opera di Pedro imbeccato alla perfezione da Mkhitaryan, rete sul secondo palo. Bel colpo di testa di Koumè al 25’, Mirante risponde presente. Piove sul baganato in casa viola. Brutta entrata di Martinez Quarta su Dzeko e Orsato di Schio al 43’ estrae il rosso diretto all’argentino.  Vince la Roma, e lo fa con merito.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "Campionato di serie B (vergognatevi) Ediz. 2022-23 - Portieri:BraccioFerro-Bruto-Pluto-Olivio..."

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "ai sapientoni del calcio teorico indichiamo i seguenti dati reali: Cerri anni 26 presenze fra A e B 190 con 35 goal... Brunori anni 28 presenze fra..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News