Resta in contatto

News

Anticipo Serie A. Kessiè e una nuova magia di Ibrahimovic: il Milan soffre ma vince 2-1 in casa dell’Udinese

Il trentanovenne fenomeno svedese risolve la complicata sfida della Dacia Arena e tiene i rossoneri in vetta

Il pareggio contro la Roma è alle spalle. Il Milan vince 2-1 alla Dacia Arena, una gara tutt’altro che semplice, ai danni di una bella Udinese, che si è arresa solo nel finale.

IBRAHIMOVIC FENOMENO ALLA DACIA ARENA. In avvio di partita nessuna delle squadre si espone fino al 10’, quando con personalità con Leao che offre un bel pallone a Saelemaekers, il quale però  non mette lo stesso in rete con la punta del piede, da ottima posizione. Friulani ben messi in campo da Gotti, ma a fare la gara sono i rossoneri, in vantaggio con una bomba di Kessiè al 18’, sul cioccolatino offerto da Ibrahimovic dopo un gran controllo della sfera col corpo, tenuto da Samir in posizione regolare. Premiata la pazienza avuta dalla capolista fin dal fischio d’inizio. Nonostante la rete, continua la pressione degli ospiti, che giocano come se fossero ancora sullo 0-0.

Tuttavia al 22’ l’ex Deulofeu grazia del pareggio Donnarumma, dopo che Pussetto aveva  conquistato il pallone ai danni di Kessiè, facendo partire un contropiede 4 contro 2. Giocano con coraggio e convinzione i bianconeri, che subiscono al 40’ un tiro di potenza da parte di Ibrahimovic, che trova l’opposizione importante di Musso. Nel finale di tempo proteste friulane per un contatto Ibra-Okaka, per l’arbitro Di Bello di Brindisi (che manda le due squadre all’intervallo senza recupero) e per il collega Guida di Torre Annunziata al VAR, non rilevata alcuna irregolarità.

Importante il rientro in campo della compagine di casa: 2’ e rigore fischiato per fallo di Romagnoli su Pussetto. Dal dischetto De Paul impatta la sfida, nonostante Donnarumma ci stava arrivando a ribattere il tiro. Torna a spingere il Milan, ma vere occasioni verso la porta di Musso non ci sono, anche per l’ottima difesa messa in atto dai friulani, che reggono in ogni modo fino al gol da fenomeno di Ibrahimovic al 38’ (sulla respinta deficitaria di De Maio su Rebic) che in acrobazia è il più lesto ad insaccare il nuovo vantaggio rossonero, che vale i tre punti alla Dacia Arena, un posticipo della sesta giornata all’ora di pranzo, che vale la conferma della vetta della classifica.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "sono anni che lo dico, uno capace a prendere morti e strapagarli, e svendere giovani ....vai in pensioneeeee!!"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News