Resta in contatto

News

Ko 2-0 dal Siviglia, la Roma saluta l’Europa League. Mancini espulso al 100’!

Giallorossi in difficoltà e sotto dopo 22’ per il gol di Reguilon, bissato al 44’ da En Nesyri. Qualche sprazzo con Mkhitaryan e Pellegrini ma nulla più

Finisce agli ottavi l’avventura della Roma in Europa League. Allo stadio allo stadio MSV Arena di Duisburg in Germania, vince il Siviglia dell’ex ds Monci, che si impone 2-0 e regala la prima amarezza alla nuova proprietà targata Dan Friedkin che nella notte ha rilevato il club da James Pallotta.

SUPERIORITA’ IMBARAZZANTE. Meglio gli iberici in avvio. L’ex Genoa e Milan Ocampos ad un passo dal gol al 7’ con la botta col destro che obbliga ad un intervento super Pau Lopez. Cinque minuti dopo Koundè viene lasciato colpevolmente solo in area, colpisce di testa e centra la traversa. Giallorossi in difficoltà e sotto al 22’. Reguilon supera in velocità Bruno Peres e Ibanez in area, calcia con il mancino, con  Pau Lopez che buca l’intervento. 30’: filtrante di Fernando per Jesus Navas, che supera il portiere romanista, ma si allunga il pallone oltre la linea di fondo. La squadra di Fonseca si sveglia finalmente al 35’, grazie a Zaniolo, il cui mancino potente, trova Diego Carlos decisivo con la deviazione in angolo. Purtroppo è solo un’azione sporadica, perché al 44’ arriva il raddoppio della squadra di Lopetegui. Erroraccio di Ibanez su Ocampos, che dalla destra punta Pau Lopez e serve in mezzo En Nesyri, che sigla in modo facile con il piatto mancino a porta vuota.

Ocampos pericoloso nuovamente al 2’ della ripresa quando, appena entrato in area, fa partire un rasoterra, che fortunatamente si perde di poco a lato. Mancino rasoterra dalla parte anche di Mkhitaryan (6’) pallone che però sfiora il palo di Bounou. Altro squillo della Roma al 25’ Pellegrini lavora un buon pallone per il bosniaco, che si gira spalle alla porta con due uomini addosso e con il destro di prima sfiora l’incrocio dei pali. 28’: arriva il terzo gol del Siviglia con Koundè, ma è tutto vano per fuorigioco. Al 46’, nel primo dei 6’ di recupero concessi dall’arbitro Kuipers, Banega su punizione dal limite col destro fa tremare la traversa prima di tornare in campo. 51’: grande intervento di Pau Lopez, a negare il 3-0 sul colpo di testa a botta sicura su Koundè. Addirittura espulso Mancini (55’) dopo che l’arbitro va al Var per visionare il fallo.

 

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Bisognerebbe azzerate tutta la dirigenza, e con un bravo direttore sportivo scegliere un allenatore giovane, che faccia piazza pulita dei vecchi e..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."

Mazzarri, i lettori di CalcioCasteddu vogliono finire la stagione con il tecnico

Ultimo commento: "In ogni caso,ce la siamo scappati lo scorso anno, per il rotto della cuffia. La Salernitana, grazie a Nicola, provvidenziale il cambio,Colantuono è..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"Bonimba", uno dei più forti attaccanti rossoblu

Roberto Boninsegna

Altro da News