Resta in contatto

News

Coronavirus, Solinas: “Dal 3 giugno turisti in Sardegna con obbligo di certificato con negatività”

Il presidente della Regione lo ha annunciato attraverso  un video postato nella pagina Facebook ufficiale ritornando sull’argomento del passaporto sanitario

Un video sulla pagina ufficiale Facebook della Regione Sardegna per un annuncio ufficiale. Christian Solinas è ritornato in questo modo sull’argomento del passaporto sanitario, dando dei dettagli importanti.

LE PAROLE DI SOLINAS. “La Sardegna spalanca le braccia ai turisti, chiediamo solo una piccola cautela in più: munirsi di un certificato di negatività al Covid-19. I nostri confini regionali aperti agli arrivi. Per questa stagione che dobbiamo gestire in modo ottimale sia sotto il profilo logistico che sotto quello della sicurezza sanitaria. Non esiste alcuna quarantena per i turisti, la quarantena è riferita solo alle persone che arriveranno fino al 2 giugno, data sino alla quale non è consentito il transito tra Regioni e quindi non esiste flusso turistico”.

Dal 3 giugnodice ancora Solinas nel video – riapriremo i voli progressivamente fino ad arrivare alla piena operatività il 25 con i voli internazionali. Perché è così importante il certificato? Perché la Sardegna ha spento la circolazione virale e vuole rimanere sana per i suoi abitanti e per i turisti che deve ospitare. Venire da noi significa arrivare sani e poter ripartire più sani perché si potrà fare una vacanza nel pieno senso del termine senza dover avere misure stringenti durante tutto il corso della permanenza”.

91 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
91 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
guido
guido
5 giorni fa

Sono sardo, abito a Cagliari,devo andare una volta al mese sul continente dove mi trattengo 3/4 giorni. Solinas vuole il certificato anche per i residenti, da fare sul continente….mi spiegate come faccio? Ci sono persone che da Roma vengono a cagliari una volta la settimana, per lavoro, dalla mattina alla sera : come fanno a fare un certificato ogni settimana?

domenico barani
domenico barani
10 giorni fa

Se questo succederà la Sardegna avrà un numero molto ridotto di turisti sicuramente molti andranno nelle regioni che non hanno queste limitazioni, credo che sia una scelta sbagliata che porterà danni economici ad una regione che fa del turismo il suo punto di forza.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 giorni fa

Solinas , non hai le idee chiare……rifletti e per favore chiedi consiglio a chi seriamente studia il problema , sappiamo che devi sempre chiedere prima al tuo capo….ma poi unu pagu de bregungia a ua parti e poi unu pensamentu po sa Sardignia…..po prescieri , asi lisciu su cu po fai prascieri a sa Lega….ma moi bastada….

Paola
Paola
10 giorni fa

All’inizio di Febbraio ho prenotato la casa e il traghetto per il mese di Giugno; non sono in grado di ottenere il certificato prima del 3 giugno quindi dovrò rinunciare alla mia vacanza già pagata.
Spero che il Presidente Solinas cambi idea sul certificato.

Genny
Genny
9 giorni fa
Reply to  Paola

Stessa identica situazione, dovrei arrivare l’8/6, prenotato tutto dall’anno scorso! E ancora non si sa nulla e soprattutto dal 3/6 all’8/6 è praticamente impossibile ottenere il risultato di un test sierologico o tampone (che non fanno nemmeno a chi ha davvero bisogno)!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 giorni fa

Serve a ben poco il certificato ..non si sa neanche quanto positivi asintomatici potremmo essere non avete fatto tamponi ,controlli, niente, loro arrivano sani si infettano e poi chiedono risarcimento danno .forti di un certificato .
svegliaaaaaaa
.senza contare che non verranno x che l’ isola ha costi elevati x arrivarci ..signor presidente prepari un reddito salva Sardegna ci sarà una nuova pandemia ….
Povertà assoluta e fame causa disoccupazione

banana
banana
10 giorni fa

😂😂😂😂tra un anno se compramo tutta la Sardegna

Giambattista Lampis
10 giorni fa

invito tutti quelli che pensano che la Sardegna possa fare a meno dei turisti, a riflettere, l’isola deve al fenomeno perlomeno il 18% del proprio pil che alimenta i lavoratori nel settore ma ha anche un indotto che beneficia dell’economia relativa ai consumi dei predetti lavoratori, insomma sono cifre importanti, senza le stesse la regione avrà un consistente impoverimento. In genere dove avvengono questi fenomeni la delinquenza aumenta, le persone disperate spesso commettano dei reati, non

Giambattista Lampis
10 giorni fa
Reply to  Granese

non per indole ma per bisogno, a seguito della crisi la regione non sarà un posto sicuro, a discapito di tutte le aziende e le attività che operano nell’isola. Ecco chi afferma senza i turisti noi Sardi in spiaggia stiamo più larghi è un demente, un che non ha una cultura. Il degrado porta degrado e allontana sia i turisti che gli imprenditori seri, ora in spiaggia state più larghi ma il lavoro ai figli ai nipoti chi te lo da? la criminalità? fate un poi voi ma per gli scemi non c’è paradiso.

Asorosa
Asorosa
10 giorni fa
Reply to  Granese

Granese, in tempi di normalità avresti e hai tutte le ragioni del mondo. Purtroppo quest’anno il virus ci ha costretti al distanziamento. Dove prima ci stavano 3 persone oggi ce ne sta 1. Non è questione di cattiveria è proprio una sostenibilità che ci costringe a fare certe scelte. Come ho già detto nell’altro post, se hai a disposizione 100 posti(es.) non puoi (più) farcene entrare 300 o 200. Rischiano multe e chiusure sia i locali che gli stabilimenti.

Asorosa
Asorosa
10 giorni fa
Reply to  Asorosa

Capisco che per gli emigrati sia un dolore maggiore(magari, se ci sono posti, si può fare una deroga per loro. Ma se i posti non bastano proprio non si può. Le attività turistiche non possono accettare più di quel che la legge Nazionale ha decretato. Ripeto, rischiano le multe se non addirittura la chiusura

Asorosa
Asorosa
10 giorni fa
Reply to  Asorosa

La Sardegna per sua stessa natura ha vocazione turistica, sicuramente le categorie che vivono di questo saranno in forte sofferenza. Per le disposizioni governative, a prescindere dai turisti che arriveranno o no, hanno già deciso di non riaprire, perchè il distanziamento costringe ad abbattere il numero di posti da mettere a disposizione della clientela… non ci rientrano con le spese. Quindi quei soldi non sarebbero entrati comunque.

Giambattista Lampis
10 giorni fa
Reply to  Asorosa

Asorosa, il distanziamento è un problema di tutto il mondo e la Sardegna non ne è immune, ma con il tuo metro, nessuno dovrebbe riaprire, invece riaprono tutti fuorché nella nostra isola, sono poco intelligenti gli altri governatori o non è intelligente il nostro? valuta tu! tutti i locali le attività turistiche, hanno lo stesso problema dove prima facevano 100 posti ora ne fanno 52, quest’anno è così ma se hai la possibilità di avere 52 posti ma per colpa della politica ne copri solo 20-25 c’è

Giambattista Lampis
10 giorni fa
Reply to  Granese

una netta differenza, già con 52 economicamente galleggi, ma con 30 affondi, le conseguente te le ho spiegate sopra. Il virus ha creato morti, dolore e preoccupazione, ma il danno economico non è da meno, il nostro governatore sta guidando una macchina nella nebbia penso solo al fine politico, prima o poi farà un incidente, a pagare i danni non sarà solo lui ma tutti gli abitante della nostra amata Sardegna, vuoi questo? già i turisti si lamentano per il caro biglietti, ora poi, altre mete.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Che problema c e il costo dei tamponi verranno restituiti dalla regione Sardegna .

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 giorni fa

Brutta è la presunzione di arrivare invece senza controlli. State a casa, in questa povera terra, tutto costa caro, siamo persone ignoranti, brutte e inospitali. State a casa!

Asorosa
Asorosa
11 giorni fa

Tralasciando la questione del passaporto sanitario, mi limito a dire che i posti x lo svago(mare, ristoranti, locali) son più che dimezzati. Già ora è pieno ovunque. Se arrivano i turisti, i sardi dovranno restarsene a casa. Vado al sodo. Se non c’è sostenibilità, in tutte le cose, è inutile lanciarsi. Si rischia di far solo casino. Solinas non fa chiarezza, non da adesso. Siamo in emergenza covid19, l’asciugamano selvaggio, quest’anno, non si potrà praticare. Spiace sopratutto per gli emigrati

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Mi spiegate senza strumentalizzare l’argomento quali sono le regole certe per ottenere il certificato che attesta la negatività al virus? Chi deve rilasciarlo? Quali esami bisogna fare per poterlo ottenere? Quali sono i costi da affrontare? Quali tempi di attesa per poi ottenerlo preventivamente rispetto al biglietto aereo o della nave?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Ma a questa gente che fa tante storie! Nessuno vi obbliga per venire in Sardegna. Meglio x noi sardi che avremo più spazio ed il nostro mare sarà meno inquinato

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

bravo Graziano 🤗

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Ci fai un favore

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Rimani a casa tua

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Meglio la.sardegna e solo per noi .che si facciano le vacanze altrove..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Solinas ha ragione cosa ne sappiamo noi,arrivano con il.coronavirus e ci attacano la malattia..rimanete dive siete che meglio

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Se una questione di soldi e non di sicurezza va dove vuoi la Sardegna non ha bisogno certo di persone come te fallo e non dirlo non saresti sincera

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

E allora vada da altre parti….. Come dice il detto paese che vai usanze che trovi…. Ora in Sardegna è così se no come ha detto prima ci sono altri posti saluti

Remo Pietro
Remo Pietro
11 giorni fa

Se Simona e ha deciso di distruggere il turismo in Sardegna questa è la strada giusta: le altre Regioni stanno facendo ponti d’oro ai turisti e lui chiede una cosa difficilmente realizzabile (oltre che illegale dal punto di vista della Privacy), i turisti andranno altrove

Piera
Piera
11 giorni fa

Chi mi dovrebbe fare il certificato? Sono residente in sardegna e ancora non riesco a rientrare prima di giugno.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Spiegate a quella nerchia di Solinas, che è solo colpa della sua classe sociale, se persone come me sono dovute andare altrove a cercarsi il pane per mangiare, quindi, che non mi scassasse le palle, e io a casa mia ci torno quando voglio..

sisol997
sisol997
11 giorni fa

Da sardo residente al nord capisco bene la paura dei miei corregionali .. questo virus è meglio non sottovalutarlo .. però bisognerebbe pensare a qualcosa di fattibile. Assurdo pretendere un tampone o un test sierologico tre giorni prima della partenza .. non te lo fanno !! e se ci riesci i tempi sono lunghi . Quindi o apri e ti fidi del buon senso della gente .. oppure chiudi e buonanotte. Si dovrebbe però tenere conto che anche noi siamo sardi , abbiamo quasi tutti casa in Sardegna , SEGUE

sisol997
sisol997
11 giorni fa
Reply to  sisol997

Paghiamo IMU , TARI e utenze .. pertanto credo che qualche diritto lo abbiamo anche noi !!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

La sardegna ha bisogno dei turisti ma è giusto prendere le dovute precauzioni oggi come non mai…..dire che la sardegna è cara ci sta, ma sentirlo dire da una signora che abita in svizzera non lo accetto!!!

Teresina
Teresina
11 giorni fa

Dove si effettua a Torino il certificato?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

👋

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

, infatti la Sardegna non è per te rimani a casa

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Vedrai solinas quando ariveranno navi vuote .farai marcia indietro.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Buon divertimento presidente spieghi dopo ai disoccupati la sua grande intuizione, poi chi mi garantisce che quando rientro in Sardegna non vengo contagiato? Avrà fatto fare i certificati e analisi a tutti i sardi?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Io devo andare a trovare mia madre ha 91anni come devo fare

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

andiamo in Croazia Grecia mangiati gli scogli

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

ai rotto basta!!! tutta propaganda non verrà nessun turista !! arriveranno solo migranti con i barconi dia le dimissioni

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Infatti Cinzia Bettinsoli. Brava. Stai fora di balle. Lontana dalla Sardegna così magari quest ‘anno la godremo di più noi sardi.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

È vero che l’Italia è piena di posti bellissimi, ma è altrettanto vero che ci moltissime persone, veramente tante, che hanno piacere di passare le loro vacanze in Sardegna e che seguiranno le stesse regole imposte ai sardi. Vada pure altrove chi non ama la Sardegna e non rispetta i sardi, possiamo sicuramente fare a meno della loro presenza.

ZioFranco
ZioFranco
11 giorni fa

Posa il fiasco….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Cinzia Bettinsoli vadi dove vuole ..una bocca così ignorante e cattiva non sta bene nella mia isola pulita e trasparente!! prima di parlare usi il cervello… ma x carità se stia sui Navigli

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

il costo di un passaporto sanitario per una famiglia di 4 persone si aggira attorno ai 500 euro (analisi sierologica 40 euro, tampone 80 euro)”.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Cinzia Bettinsoli brava…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Ciao 🖐️ ci vediamo l’anno prossimo vaccino permettendo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Spenderò i miei soldi 🤑 da un’altra parte ci vediamo l’anno prossimo. Ciao amici e parenti

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Oltre al biglietti il tampone… e il libretto con un costo di circa 300 euro x 2 persone …più i biglietti che certo non li regalano

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Ma salvari…un boccone in meno

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Fatti trasferire

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Ma vi nessuno obbliga a venire in Sardegna per criticare poi sui social di quanto siamo inospitali? Ecco brava stia a casa sua che è meglio

Marco carta
Marco carta
11 giorni fa

Sono di casa, sono sardo e costretto per lavoro a stare fuori dall’isola. Veramente Grazie mille il tampone costa 110 euro non facile da farsi fare e non certo nei tempi richiesti. 600,00 euro per non avere la certezza, quando il Covid in molteplici casi si manifesta anche dopo un 10 giorni dal tampone. Hai ragione cara co regionale per una famiglia di 4 persone è meglio andare altrove, vista la crisi. Crisi che arriverà dappertutto e saranno tempi duri . È meglio che quei 500/600 me li tengo.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Se mi dice dove farò il tampone nela settimana di Ferragosto 😂😂😂😂

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Bene!!! State a casa cosi stiamo meglio noi!!

Giambattista Lampis
11 giorni fa

Partiamo col dire che i test che fanno nelle cliniche private, non hanno nessuna valenza, se non quella di autorizzare il proprio medico a richiedere un tampone urgente per i positivi al test. I test salivari ancora non sono in commercio, quelli utilizzati dalle cliniche private sono quelli scartati dal Ministero della Salute e venduti a prezzo ridotto alle cliniche private, gli esami fatti con il tampone sebbene siano i più attendibili e gli unici affidabili hanno una percentuale di errore

Giambattista Lampis
11 giorni fa
Reply to  Granese

abbastanza alto, queste semplici cose che vengono communicate da pochi giornalisti che fanno informazione seria, andrebbero spiegate a Solinas che dovrebbe per via del suo lavoro già conoscere, probabilmente qualcuno gli ha già spiegato, ma lui insiste in questa certificazione inutile perché ritiene che politicamente conveniente. Le persone non allenate a scoprire le frottole sparate dai politici, lo vedono come un paladino che combatte per i loro diritti, invece è lo stesso che si è reso

Giambattista Lampis
11 giorni fa
Reply to  Granese

responsabile di non dare le direttive, perché si attuasse il piano del Governo in merito alla ricezione dei malati del colonavirus, facendo si che 85% in Sardegna il contagi avvenissero nelle strutture sanitarie, insomma Solinas non è un eroe, è uno che ha commesso errori, con questa richiesta di un certificato che come ho spiegato sopra non ha nessuna valenza, né sta commetendo un altro, fa scappare i turisti che sono una risorsa importante per l’economia sarda, che andrà in sofferenza.

marc
marc
11 giorni fa
Reply to  Granese

quindi ? fammi capire…..a parer tuo dovrebbero arrivare in sardegna da ogni dove, senza un minimo di controllo sanitario, solo per il fatto di fare numero come turisti, poi quel che succeda succeda ? e ritrovarci magari in autunno impestati ? e questa la tua brillante idea ? la sardegna ha un grande vantaggio, rispetto alle altre regioni italiane, che per decenni è stato giudicato come un handicap, e cioè la sua insularità, che non significa isolamento, ma protezione della propria cultura,

marc
marc
11 giorni fa
Reply to  marc

auto produzione regionale nell’agro alimentare, commerciale e industriale, capace di soddisfare le esigenze della sardegna. e oggi anche la protezione sanitaria, che se non fosse stata sporcata dai dpcm di conte con il fuggi fuggi di quella mitica notte di marzo, oggi, la sardegna sarebbe stata a bassissimo contagio. per una volta facciamo i padroni a casa nostra

Giambattista Lampis
11 giorni fa
Reply to  marc

e bravo Marc alza un muro e non entra nessuno, oppure fai i test farlocchi cosi entrano tutti, nel primo caso dai un colpo mortale all’economia che non sono solo le attività ricettive, i ristoranti ecc., ma anche l’indotto che potrebbe essere anche il bottegaio di paese, dove la famiglia che vive di turismo (aiuto cuoco, cameriere ecc.) vanno a fare la spesa, poi la povertà la disperazione porta all’illecito, vuoi vivere in una società non sicura? accomodati. Nel secondo caso, le persone

Giambattista Lampis
11 giorni fa
Reply to  Granese

sbarcano con un test negativo farlocco, sicure di non poter contagiare il virus, pertanto si sentono autorizzate alla frequentazione di locali spiagge luoghi, capita un inconveniente, Solinas che già si è dimostrato incompetente quando c’è veramente da prendere decisioni, allora apriti cielo. La certezza la danno solo i tamponi, per fare seriamente un test, anche chi lo effettua deve essere competente e capace altrimenti anche quello da esito negativo. Marc quante volte ti dico di studiare?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Ma di cosa parlate … sono sardo e sto al Nord per lavoro … qui nessuno rilascia pseudocertificati Soliniani … Non so proprio come fare per tornare in Sardegna a trovare i miei

marc
marc
11 giorni fa

i tuoi te li ricordi di trovare guarda caso solo in estate ? hai voluto la bicicletta ? ……….

99tagra@gmail.com
99tagra@gmail.com
11 giorni fa
Reply to  marc

Sei proprio forte…a sparare giudizi…poveritu

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Caro presidente e cari amici..
CHI contro e chi a favore della sua fede politica!!
Cosa dovrebbe fare??
Aprire a tutti Senza ritegno.. O essere più attenti per non farci 7 mesi a casa rinchiusi??
Perché da ottobre a maggio è lunghissima eehh!! 😎 😎

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Puoi startene dove sei….

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Grandissimo Herrera!!! Garra uruguagia, cuore rossoblu."

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Ricordo quel grande Cagliari seppur 12enne...È stato la colonna sonora della mia crescita e della mia vita. Ancora oggi ripenso alla immensa fortuna..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Un 6 posto grandioso che purtroppo non fruttò la qualificazione Uefa perché all'epoca avevamo solo 2 squadre qualificate se non sbaglio..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Non dimenticherò mai le sue lacrime durante il suo ultimo giro di campo. Grande Cappio"

Carmine Longo

Ultimo commento: "È vero, Arrica è stato il più grande ma venne favorito da Angelo Moratti che foraggiava il Cagliari affinché Riva non andasse alla Juve. Gran..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News