Resta in contatto

Calciomercato

US – Lo scenario del Cagliari sul fronte prestiti/scadenze

Il calcio in Italia non si è ancora rimesso in moto. Tuttavia, con il tempo che continua a scorrere, alcune dinamiche saranno da affrontare al più presto: come quella degli accordi in scadenza al 30 giugno, ricordato da L’Unione Sarda

NORME. Stagione anomala, a causa del Coronavirus. Un’emergenza che ha stravolto tempi e regole del calcio, ora alle prese con gli accordi contrattuali in scadenza il 30 giugno: ovvero, quando la stagione non sarà ancora finita (nella speranza sia quantomeno ripresa…). Occorre regolare tali norme, per fare in modo che i tesserati coinvolti non restino svincolati a partire dal 1° luglio.

CAGLIARI. Il Cagliari conta quattro giocatori di proprietà che il 30 giugno andranno a scadenza naturale: Cacciatore, Cigarini, Klavan e Rafael. Con la formula del prestito secco Nainggolan (Inter), Olsen (Roma), Pellegrini (Roma) e Paloschi (SPAL), Mattiello (Atalanta) in prestito con diritto di riscatto. Anche Rog e Simeone a titolo temporaneo, ma con obbligo di riscatto già fissato a determinate cifre.

RIENTRI. Senza considerare anche gli elementi che il club isolano ha ceduto a sua volta in prestito in questa stagione: Caligara, Cerri, Ceter, Deiola, Despodov, Pinna e Vicario, più Bradaric, Farias, Pajac e Romagna che sembrano non rientrare nei piani tecnici rossoblù. Anche se, visto il nuovo corso Zenga, mai dire mai…

17 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
17 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Miali
Miali
14 giorni fa

– Lascerei partire tutti i giocatori in prestito con l’eccezione di Olsen nel caso improbabile di cessione di Cragno.
– Cederei solamente Nandez che non tiene alla maglia, è diventato un problema.
– Rientro di Romagna, Pinna, Deiola, Bradaric, Pajac, Biancu, Despodov e Vicario.
– Promozione in prima squadra di Carboni, Ladinetti e Marigosu.
– Cessioni in prestito o definitive di Castro, Cerri, Caligara, Ceter, Farias.
– Acquistare tre nuovi difensori, due terzini e un centrale

Toccandociccicombinandopasticci
Toccandociccicombinandopasticci
16 giorni fa

Pinna, despodov, romagna, waliukiewiz, caligara da richiamare alla base. A questi aggiungere Marigosu. Dovranno essere la base da cui ripartire. Se Nandez verrà ceduto, dietro corresponsione della clausola da 38 mln, questa cifra potrà essere usata per creare una squadra e i presupposti per far crescere questi giovani. La programmazione è importante. Tenersi zombie vecchi e poco motivati è deleterio. Volendo giocare creerebbero solo malumori. Cigarini è l’esempio calzante.

Francesco
Francesco
18 giorni fa

Dai pinna,despodov e Romagna Sono da tenere in rosa

Alessio Basciu
18 giorni fa

O essere ceduti definitivamente come Pajac, Cerri e Bradaric.

Alessio Basciu
18 giorni fa

Dei giocatori presenti in rosa in scadenza non ne terrei neanche uno. È ora di separarsi. Il prossimo mercato non sarà spumeggiante. Quindi bisogna fare acquisti mirati. Soprattutto in difesa. Vicario è molto promettente. Un anno da secondo e poi l’ anno dopo è titolare. Romagna bisogna riportarlo a casa. Pinna deve crescere con noi all’ombra di un terzino destro esperto ( da comprare). Deiola merita di stare in rosa. Despodov può essere di aiuto. Gli altri possono restare ancora in prestito.

Matteo Boe
Matteo Boe
18 giorni fa
Reply to  Portoscusesu

Ma sesi sicuru? Asi scruccullau bei tottu sa chistioi?
Esti su propriu de icussu chi ari scrittu asutta su para (gnostico)

Alessio Basciu
18 giorni fa
Reply to  Matteo Boe

Matteo Boe su sequestratori!!! Sei sempre fine come un elefantino in un negozio di porcellana!!!!!!

Matteo Boe
Matteo Boe
18 giorni fa
Reply to  Portoscusesu

Eja propriu deu, poita si connoscemusu?
Seu andau pagu a portoscuso, no du adi aria bona.
Su nomini cosa tua esti nou e eleganti.
Poita non pigai lezionisi de savoir faire de tui?
Però su nomini eleganti e raffinau non abbastara casi mai. Comunque non asi arrespustu, sesi sicuru, ti sei documentato a dovere? Tenisi un’opinioni sparzia cun gentixedda

Alessio Basciu
17 giorni fa
Reply to  Matteo Boe

Oxford o Harvard?

Matteo Boe
Matteo Boe
17 giorni fa
Reply to  Portoscusesu

Sassari. Poi su dottorau d’appu fattu a Bologna. È passau tempus meda de inzandusu. Circu sempri de imparai tottu ma non sempri esti possibili.

Fabrizio
Fabrizio
18 giorni fa

Dei giocatori in scadenza non tratterrei nessuno, Cigarini il suo lo fa, ma è ora di cambiare e ringiovanire, titolare Oliva .
Idem per i prestiti, farei un tentativo di rinnovo solo per Mattiello, in ottica di valorizzazione .
Tra i rientri manterrei Cerri, Deiola, Despodov, Pajac, Ceter ed ovviamente Vicario, al quale farà bene un anno in A alle spalle di Cragno .
Sarà un mercato all’insegna del risparmio, ma saremo comunque forti .
Forza Cagliari Sempre !

ZioFranco
ZioFranco
18 giorni fa
Reply to  Fabrizio

Anch’io non tratterei nessuno dei giocatori in scadenza, men che meno Mattiello che è sempre rotto al pari del suo omologo Cacciatore. Ne tratterei ben pochi anche di quelli che rientreranno: Deiola inadatto alla serie A, Cerri deve sempre esplodere ma non lo fa mai e davanti avrebbe Simeone e Pavoletti quando rientrerà, Ceter ha dimostrato di essere inadatto anche in serie B. Pajac dipende come lo si vuole utilizzare: se si considera un terzino a 4, meglio lasciar perdere; se invece si hanno

ZioFranco
ZioFranco
18 giorni fa
Reply to  ZioFranco

in mentre altri moduli allora se ne può riparlare, tenendo sempre presente che un giocatore non va considerato buonissimo se, in serie A, si è trovato bene solo con un allenatore (Andreazzoli). Se gli altri, compreso il suo attuale allenatore Nicola, che scemo non è, l’hanno messo in panca, qualcosa vorrà per dire. D’accordo su Vicario e su Despodov che potranno risultare entrambi utili. Da valutare solo la voglia e l’atteggiamento del Bulgaro, poco incline ad accettare il ruolo di riserva,

ZioFranco
ZioFranco
18 giorni fa
Reply to  ZioFranco

almeno in avvio di stagione

Matteo Boe
Matteo Boe
18 giorni fa
Reply to  ZioFranco

A nai ca fuemmu cunvintu, o tziettuFrancu, chi fuesta su propriu, mascu e mascu, cun su preri, don camillo, che in balera fa don lurio. Non aressi chi su preri s’esti creendi furdu fill’é mamma bona e sighiri faendi su meri de casiu e pighendi po su cullu su casteddaiu?
Sardu sese assumancusu tziettuFrancu?

Mordi e fuggi
Mordi e fuggi
18 giorni fa

L’unica curiosità è il gioco dei nostri neo allenatori Zenga e Canzi. Che, non dimentichiamolo mai, sono gli unici che in questi ultimi due mesi, hanno lavorato.
Il resto è di una tristezza infinita.

Matteo Boe
Matteo Boe
18 giorni fa
Reply to  Mordi e fuggi

Appu postu mi praxiri n°4. Ma firmarì, non ti fuasta sempri, assumancusu cancuna borta abarra, stentarì….

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Grandissimo Herrera!!! Garra uruguagia, cuore rossoblu."

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Ricordo quel grande Cagliari seppur 12enne...È stato la colonna sonora della mia crescita e della mia vita. Ancora oggi ripenso alla immensa fortuna..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Un 6 posto grandioso che purtroppo non fruttò la qualificazione Uefa perché all'epoca avevamo solo 2 squadre qualificate se non sbaglio..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Non dimenticherò mai le sue lacrime durante il suo ultimo giro di campo. Grande Cappio"

Carmine Longo

Ultimo commento: "È vero, Arrica è stato il più grande ma venne favorito da Angelo Moratti che foraggiava il Cagliari affinché Riva non andasse alla Juve. Gran..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Calciomercato