Resta in contatto

News

Il calcio europeo riparte dalla Germania, i quotidiani ai piedi di Haaland

Il giovane bomber del Borussia Dortmund è assurto a simbolo della ripresa sportiva e i quotidiani oggi in edicola ringraziano il calcio teutonico

SIMBOLO. Il Borussia Dortmund batte 4-0 lo Schalke, ma il gol più importante è quello segnato alla crisi del Coronavirus. La Germania è la prima nazione d’Europa a far ripartire il proprio campionato di calcio e ora anche nel resto del continente si spera di poter seguire al più presto l’esempio tedesco. Il giovane bomber Erling Haaland è già diventato il simbolo di questo nuovo inizio e le prime pagine dei quotidiani sono tutte incentrate su di lui.

VENTO FRESCO. E ci vuole poco a capire il perché. “Avessimo dovuto scegliere, come genere umano, un calciatore solo da sbattere in faccia a quel bastardo di un virus – scrive La Gazzetta dello Sport – avremmo scelto Erling Haaland, 19enne di talento, grande e grosso, che sorride sempre, ritratto della salute e della fame del futuro“. Il bomber norvegese aveva rubato la scena a tutti a suon di gol e prestazioni maiuscole già dal suo arrivo in Germania a gennaio, ma quanto fatto ieri va oltre il campo. Haaland è ora il volto di una generazione che si prepara a un nuovo inizio.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "se è un bene un male, il problema è Giulini, con lui i D.S. fanno tappezzeria, è lui che decide, è lui che materialmente avvia e conclude le..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News