Resta in contatto

News

GQ – Pavoletti: “Sono un attaccante operaio, la perfezione non mi piace”

La punta livornese, ai box da agosto, ha parlato del suo modo di intendere il calcio: “Mi ispiro a Cristiano Lucarelli, a ventidue anni la svolta”

Leonardo Pavoletti probabilmente tornerà ad Aprile. La punta del Cagliari, infortunatosi al ginocchio in occasione della prima giornata di campionato, ha parlato a GQ.

ATTACCANTE OPERAIO.Cristiano Ronaldo è il più forte di tutti, rappresenta la perfezione. E a me la perfezione non piace, mi “stucca”, come diciamo a Livorno, mi stanca. A me piace sbagliare, sporcarmi con le cose della vita. Mi definisco un centravanti operaio, come lo è stato il mio idolo, un altro Cristiano, ma Lucarelli, mito di Livorno. Nella vita mi sono sudato tutto. Sono cresciuto sentendomi dire che non sarei mai arrivato a certi livelli“.

GRAZIE BABBO.Mio padre mi ha spinto a dare sempre di più. Piangevo di rabbia e di frustrazione, per anni mi sono sentito schiacciato dalla sua personalità. Ma è tutto servito a diventare ciò che sono. La svolta a 22 anni, stavo alla Juve Stabia, a Castellammare, in serie C. Ero in confusione, vicino alla depressione, giravo a vuoto. Mi sono detto: «Pavo, qui devi decidere cosa vuoi fare di te stesso». È stata la prima volta in cui mi sono sentito un uomo. L’anno dopo a Lanciano ho segnato 16 gol ed è cominciata la mia seconda vita“.

IL CALCIO? UN LAVORO.Non mi diverto, dico sul serio. Si tratta di un lavoro, lo faccio meglio che posso ma tutto finisce lì. Sono un tipo strano: a casa non guardo mai le partite alla tivù, troppa ansia, finisce che mi immedesimo e allora meglio lasciar perdere“.

RAZZISMO.È una situazione desolante. Lo stadio è lo specchio della nostra società: ti vomitano addosso di tutto. Penso con tristezza a questi poveri ragazzi di colore che vengono a giocare da noi: ma che colpa ne hanno?”.

16 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
16 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "Peggio di così è difficile. 8 anni due retrocessioni e 6 campionati mediocri, però con lo stadio di tubi innocenti (di Cellino) e le magliette..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News