Resta in contatto

News

Anticipo Serie A. La Mantia regala al Lecce tre punti d’oro, Fiorentina in difficoltà

Dopo la rimonta nel finale lunedì contro il lanciatissimo Cagliari l’undici di Liverani passa al Franchi e fa un deciso passo in avanti  in chiave salvezza

Terza vittoria esterna in stagione per il Lecce. Al Franchi contro la Fiorentina di Montella (davanti agli occhi del presidente Commisso appena arrivato con la famiglia dagli Stati Uniti) i salentini si impongono 1-0.

LA SFIDA. Viola subito in avanti per far dimenticare gli ultimi due ko a Cagliari e Hellas Verona. Al 4’ Milenkovic cerca di sorprendere con un destro da circa 20 metri Gabriel, il quale è invece pronto ad allungarsi e devia lateralmente con la punta delle dita la sfera, prima che questa si insacchi. Doppia chance in due minuti (11’ e 13’) prima Lirola fa partire un destro in diagonale che termina di un soffio sul fondo, con Vlahovic che non è riuscito ad agganciare palla, quindi poco dopo (sul velo di Ribery) ancora una volta non è lesto. L’undici di Liverani si difende e, quando può, cerca la ripartenza in velocità per fare respirare il reparto arretrato. Al 39’ assist di Lirola per Dalbert, che di testa manda palla sopra la traversa non di molto. I salentini si rendono pericolosi al 42’ sulla punizione battuta dall’ex Petriccione, che impegna Dragowski alla respinta. Squadre a riposo dopo 2’ di recupero, concessi per l’infortunio alla caviglia destra di Ribery (toccato duro da Tachtsidis) costretto a lasciare il campo a Boateng.

LA MANTIA. Al rientro in campo i giallorossi sono più vivi e al 4’ vanno in vantaggio con un’azione iniziata da Farias che dopo una finta Shakhov, il quale è prontissimo con un cross per il compagno in area, che appoggia in rete, di testa, a porta vuota. La reazione della Fiorentina produce due azioni in avanti, la prima al 6’ con il passaggio di Dalbert per Vlahovic, che si avvita in area per la sua battuta, ma non fa in conti con una strepitosa parata di Gabriel. Il duello, sempre a favore del portiere del Lecce, si ripete al 9’. Due minuti dopo, sull’uscita a vuoto dell’estremo difensore, di testa Milenkovic manda la sfera davvero per una questione di centimetri sul fondo. Pressa la compagine di casa, sorretta dal suo pubblico alla ricerca del pareggio, ma al 44’ viene graziata incredibilmente dall’ex Babacar (entrato in campo nella ripresa) che si divora la palla del match-point. Dall’altra parte, nel primo dei 4’ di recupero, Pedro fallisce l’1-1 di testa. Fa festa il Lecce, che si allontana dalle ultime tre posizioni della classifica.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News