Resta in contatto

Approfondimenti

Il punto sulla Serie A: Cagliari quarta meraviglia, in vetta è sempre sorpasso e controsorpasso tra Inter e Juventus

Il pareggio con rissa finale Lecce vede i rossoblù perdere due punti in classifica ma essere sempre in lotta per un posto in Champions o Europa League

Tredici giornate di campionato sono un terzo della Serie A, andate in archivio. Tra le big c’è sempre il Cagliari, sceso dal terzo al quarto posto, dopo il rocambolesco finale del match andato in scena ieri pomeriggio in casa del Lecce, chiusosi 2-2, con i rossoblù avanti 2-0 a 10’ dalla fine più recupero. Alla fine Nainggolan e compagni sono usciti dal campo con due punti in meno, ma la consapevolezza (ancora una volta) che con unità e qualche nervosismo in meno dato dal comportamento degli avversari, potrà far proseguire un percorso eccellente. Quello che è accaduto ieri è dietro le spalle. Da lunedì sera, nel match alla Sardegna Arena contro la Sampdoria, occorre ripartire con i tre punti.

COSA HA DETTO L’ULTIMO TURNO. Oltre al Cagliari tra le quattro big al pari con la Roma, ma al momento con il vantaggio  dei due gol in più siglati (25 contro 23, mentre quelli subiti sono 14 come i giallorossi) la zona Champions della classifica, è aperta dalla continua lotta al vertice tra Juventus e Inter, con i bianconeri primi con 35 punti, i nerazzurri secondi ad una lunghezza. Terza forza da sola la Lazio con 27, che solo nel finale è venuta a capo del Sassuolo, mentre dietro alla coppia Cagliari-Roma, c’è l’Atalanta che, ko 3-1 in casa contro la squadra di Sarri, sta perdendo terreno, anche se ovviamente il campionato deve ancora vedere disputarsi due terzi da qui al 24 maggio. Discorso che vale anche per il Napoli. Ma le tensioni società-giocatori, con tanto di multe salate in arrivo, non sono cosa positiva.

Chi, oltre al Cagliari sta giocando un signor campionato, sono anche Parma e Verona. I ducali e i veneti con 18 punti, stanno creando un bel vantaggio sulla zona calda e soprattutto stanno tendendo dietro compagini maggiormente accreditate come la Fiorentina (battuta proprio dall’Hellas domenica) il Torino e il Milan, i primi a 16 punti, le altre due a 14 come l’Udinese, con i granata al centro di una feroce contestazione da parte dei tifosi. Sei invece i punti di differenza tra il Sassuolo e il Bologna quattordicesime con 13 punti e il fanalino di coda Brescia, alle prese sia con caso Balotelli che con la scivolata (parlando dell’attaccante) da parte del presidente Cellino. Va ricordato che Brescia e Sassuolo hanno una gara in meno che verrà recuperata il 18 dicembre. In mezzo ci sono Sampdoria a 12, Lecce a 11, Genoa a 10 e Spal, penultima a 10.

LA PROSSIMA GIORNATA. Il quattordicesimo turno prenderà il via sabato alle 15 al Rigamonti con l’attesa sfida lombarda tra Brescia e Atalanta (Sky Calcio), con due tifoserie che non si amano di certo, mentre alle 18 sempre su Sky Calcio, in campo Genoa e Torino, che di certo l’estate scorsa avevano aspettative di classifica molto diverse. Il primo dei tre match in onda su Dazn (anche su Dazn1 canale 209 Sky Sport) si disputerà sempre sabato alle 20,45 tra Fiorentina e Lecce. Domenica, ancora su Dazn, Dazn1 canale 209 di Sky Sport) Juventus-Sassuolo. Alle 15 Lazio-Udinese. Alla stessa ora, ma su Sky Calcio Inter-Spal e Parma-Milan. Alle 18 sarà il momento di Napoli-Bologna e alle 20,45 (anche su Sky Sport oltre che su Sky Calcio) Hellas Verona-Roma, che precederà lunedì alle 20,45 (Sky Calcio) Cagliari-Sampdoria.

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti