Resta in contatto

Approfondimenti

Scusate il ritardo, ci sono anch’io!

Ieri all’Olimpico i primi minuti in campo di Federico Mattiello, finalmente in campo dopo tante noie fisiche

E’ stato tra i primi acquisti della scorsa estate, con l’etichetta di sostituto di Darijo Srna. Direttamente dall’Atalanta, Federico Mattiello è arrivato con grande carica e la voglia di consacrarsi definitivamente nella massima serie.

Ma l’avventura in rossoblù non inizia benissimo a causa delle noie muscolari che non gli consentono di partecipare neanche alla prima uscita stagionale in Coppa Italia, contro il Chievo Verona.

Inizia il campionato in panchina, poi nuovo stop: affaticamento muscolare. Superati anche questi ostacoli ieri finalmente l’ingresso nel concitato finale contro la Roma, in sostituzione di Luca Pellegrini.

Se non trattasi di battesimo di fuoco, poco ci manca. La squadra giallorossa era totalmente protesa verso la ricerca del goal della vittoria, mentre i rossoblù riuscivano a fatica ad uscire dalla propria area di rigore.

Rolando Maran lo schiera sulla sinistra e l’imperativo è chiaro: arginare le discese di Kluivert e, possibilmente, portare palla per far rifiatare la squadra.

Prima palla, anticipo secco sull’avversario, parte in progressione, ma viene stoppato da un avversario che fa partire l’immediato contropiede giallorosso. Un eccesso di zelo dovuto alla grande voglia di fare, oltre all’emozione per il tanto agognato esordio stagionale.

Terminata la gara anche lui può recarsi presso il pubblico rossoblù per ricevere la sua dose di applausi per il punto conquistato. Ora la sosta che gli consentirà di lavorare ulteriormente e migliorare il suo stato di forma.

La sua peculiarità di usare entrambi i piedi sarà fondamentale per il corso del campionato poiché fornirà al tecnico rossoblù un’opzione in più su ambo le fasce, zona dove negli ultimi anni si sono avute diverse difficoltà.

29 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
29 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti