Resta in contatto

Approfondimenti

Primavera 1: quei 18’ fatali che non intaccano una stagione comunque eccellente

La beffa finale subita dal rigore siglato ieri dal Torino che ha estromesso il Cagliari dai play-off non può prescindere dal doppio ko subito dal Chievo

Trenta giornate del massimo campionato della Primavera che vanno in archivio con due certezze: un grande torneo da matricola per i ragazzi Canzi, ma anche la beffa finale con il Torino. Un 2-2 che ha ovviamente mandato nello sconforto i rossoblù, ovviamente per come arrivato: ovvero un rigore decretato dall’arbitro in pieno recupero per il fallo di Marigosu (ieri tra i migliori in campo) siglato da Rauti, quando si aspettava il fischio finale da parte del signor Moriconi di Roma 2, per festeggiare un traguardo straordinario.  I granata, passati in vantaggio con lo stesso Rauti al 10’ della ripresa e superato dalla doppietta di Gagliano, prima dell’epilogo finale, non erano arrivati in Sardegna in vacanza. Certi dei play-off, si giocavano con la Fiorentina il quarto posto, ottenuto per il pareggio dei viola per 1-1 col Milan, che ha fatto retrocedere i rossoneri nella Primavera 2.

FINALE DI STAGIONE. Salutano il massimo campionato l’Udinese, da tempo retrocessa ma che si è giocata le partite senza regalare nulla a nessuno (come dimostrano i pareggi imposti a Juventus e Chievo Verona) e il già citato Milan. Per i rossoneri un duro colpo dopo anni di soddisfazioni, mentre i play-out vedranno opposte Empoli (ko casalingo per 4-2 con la capolista Atalanta) e Genoa, battuto 2-0 dal Sassuolo, con i toscani avanti di due punti in classifica. Lo stesso Sassuolo, la Sampdoria, che ha umiliato in rimonta 6-1 il Chievo Verona, si salvano senza dover ricorrere allo spareggio. La griglia play-off da primo al sesto posto è invece la seguente: Atalanta, Inter, Roma, Torino, Fiorentina e Chievo, con i granata e i Viola che si affronteranno in un match da dentro o fuori come Roma e Chievo. Atalanta e Inter entreranno in scena con le vincenti di queste due sfide.

 

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "sono anni che lo dico, uno capace a prendere morti e strapagarli, e svendere giovani ....vai in pensioneeeee!!"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti