Resta in contatto

News

La Lazio rincorre due volte il Bologna: 3-3 all’Olimpico, felsinei salvi matematicamente

Gol e spettacolo tra i vincitori della Coppa Italia e la squadra dell’ex Mihajlovic che con un grande girone di ritorno ha sistemato una situazione difficile

3-3 sotto l’abbondante pioggia tra Lazio e Bologna all’Olimpico. Cinque giorni dopo la vittoria in Coppa Italia contro l’Atalanta  e accesso in Europa League, i biancocelesti vanno in vantaggio contro il Bologna poi devono rincorrere i felsinei e pareggiano la sfida per 3-3. Emiliani salvi.

LA PARTITA, Euforica per la Coppa Italia conquistata mercoledì scorso battendo l’Atalanta, la squadra di Inzaghi (tra i papabili per prendere il posto di Allegri alla Juventus nella prossima stagione) al 14’ sblocca la sfida con Correa, bravo nel mandare fuori tempo tutta l’intera difesa ospite e battere indisturbato Skorupski. Al 22’ Lyanko ha l’occasione del pareggio, ma vanifica tutto sugli sviluppi dell’angolo battuto da Pulgar, mandando fuori. Sette minuti dopo bella palla di Correa in area per Immobile, che grazia il portiere ospite dal gol del raddoppio. Al 38’ ancora Immobile vicinissimo al gol col destro (strozzato) verso la porta difesa da Skorupski, che si spegne al lato.

Emozioni nel secondo tempo con quattro gol nei primi 19’. Il Bologna esce meglio dall’intervallo e piazza un uno-due dal 5’ al 7’, ribaltando la contesa. Il pareggio lo sigla Poli su imbeccata di Palacio e fulmina  Guerrieri all’esordio in porta, con un sinistro. Il secondo gol è invece merito di Destro, che supera l’estremo difensore senza difficoltà la palla offerta da Orsolini. I biancocelesti cercano di rialzarsi e riproporsi dopo un momento particolare e impattano al 14’ con una conclusione spettacolare a giro di Bastos, che non lascia scampo a Skorupski, infilando la sfera all’incrocio dei pali. Non molla neanche il Bologna. Che (al 19’ ) sigla la terza rete con Orsolini, grazie ad una botta di sinistro al volo sugli sviluppi di un angolo.

Gara dalla parte degli ospiti dell’ex Mihajlovic? Assolutamente no. Al 25’ infatti i padroni di casa sfiorano il 3-3 con l’appena entrato Cataldi, mentre al 35’ lo siglano. Strepitosa punizione calciata da Milinkovic Savic (fatto entrare in campo poco prima da Inzaghi) che batte Skorupski, colto di sorpresa dalla conclusione.  Trovata la terza marcatura, la squadra biancoceleste pressa alla ricerca del gol che darebbe la vittoria, che quasi realizza al 43’ Immobile con un destro deviato in angolo da Danilo.

12 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini o un altro l'importante è che vada via GIULINI"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "A me piacerebbe Zanetti e in d.s. in gamba e Giuliani che li facesse lavorare in pace"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News