Resta in contatto

Approfondimenti

Cagliari, rivoluzione di gennaio quasi inutile: bene solo Pellegrini e Cacciatore

I tanti arrivi del mercato di riparazione comparse inaspettate: solo l’ex Chievo e il romanista in prestito sono serviti a riequilibrare lo scacchiere di Maran

Mai una rivoluzione fu così inutile. Il mercato di gennaio del Cagliari si era contraddistinto per i tanti acquisti cosiddetti “di riparazione”, considerato l’andamento non proprio all’altezza in quel momento della stagione. L’infortunio di Lucas Castro aveva complicato i piani di Rolando Maran, che aveva trovato nell’argentino un trait d’union tra centrocampo e attaccoDa quel momento in poi sono iniziate infatti le difficoltà della squadra rossoblù, incapace di far quadrare nuovamente il cerchio. Il presidente Giulini e il ds Carli avevano così deciso di approfittare della finestra di mercato per operare pesantemente: via, tra gli altri, Farias e Sau, sono arrivati in Sardegna Thereau, Despodov, Birsa, Oliva, Cacciatore, Pellegrini e Leverbe.

Dopo tanti acquisti, per un mercato di riparazione con pochi eguali nella storia rossoblù, in tanti hanno pensato a un mutamento sostanziale nell’impostazione del mister trentino. Ma così non è stato: tra tutti i giocatori arrivati, solo Pellegrini e Cacciatore hanno finora lasciato il segno. I due terzini di fascia si sono imposti a suon di prestazioni: l’ex Chievo nonostante qualche problema fisico, il romanista andando letteralmente su e giù per l’out di sinistra, con tanto di preziosi cross nel cuore dell’area avversaria. Degli altri non c’è stata praticamente traccia: Thereau una comparsa, Despodov non giudicabile, Birsa acciaccato ma comunque non all’altezza di quanto fatto in passato, Oliva letteralmente un oggetto misterioso, Leverbe infortunato quasi subito.

Il Cagliari si è così riorganizzato, riuscendo a trovare il bandolo della matassa, sbrogliando così un’intricata seconda parte di stagione, potenzialmente molto pericolosa. Sarà dunque utile ponderare bene a giugno le scelte di mercato per cercare di non ripetere i soliti costosi errori.

47 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
47 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti