Resta in contatto

News

L’Inter ferma l’Atalanta sullo 0-0 a San Siro, per la Lazio un 2-2 nel finale col Sassuolo

Non sono mancate le emozioni nelle due gare valide per il posticipo della trentunesima giornata. Resta avvincente la corsa per la prossima Champions

Due belle gara a San Siro nei posticipi delle 18 della trentunesima giornata. Le nostre sintesi:

INTER-ATALANTA 0-0. Al 9’, Vecino prova sorprendere Gollini con un gran destro calciato dalla distanza, ma il portiere ospite ha i riflessi pronti e dice no. Al 31’ Icardi cerca di sorprendere Gollini ad un passo dalla rete, ma il portiere dei bergamaschi riesce ad agguantare la sfera e salva tutto. Prima dell’intervallo un’occasione per parte. Al 42’imbeccata di Gomez per Castagne in area con sul secondo palo Skriniar chiude in angolo. Al 44’ Politano, tenta la conclusione col destro, ma l’ottimo intervento di Palomino in scivolata, vanifica tutto.

Nella secondo tempo (3’) la squadra di Gasperini (ex di turno) fallisce la rete dello 0-1 con Gomez per un soffio in scivolata sul suggerimento di Ilicic. Rete che non sigla al 27’ dall’altra parte Nainggolan. Come il suo avversario atalantino, anche l’ex Cagliari e Roma ci prova in scivolata, ma Gollini ancora una volta è decisivo nel tenere immacolata la propria porta.  Col passare dei minuti, approfittando di una Atalanta un po’ stanca, l’Inter aumenta l’intensità in attacco e al 40’con un colpo di testa in girata di Icardi, è sfortunata, visto che sulla linea di porta a salvare la marcatura dell’argentino c’è Castagne ad intercettare il pallone. A San Siro la gara si chiude a reti bianche.

LAZIO-SASSUOLO 2-2. I biancocelesti fanno la partita dal fischio d’inizio, cercando senza fortuna il vantaggio al 5’ con Acerbi che di testa impegna Consigli alla respinta con i pugni.  Al 35’ ghiotta occasione sciupata da Immobile dopo aver vinto un coast to coast con Peluso.  Prima dell’intervallo (41’) Luis Alberto ha la chance del vantaggio calciando di prima intenzione, ma manda la sfera fuori. Episodio che farà discutere il rigore concesso alla Lazio al  6’ della ripresa e realizzato  (8’) da Immobile. Infatti Locatelli si vede prima sbattere sul fianco il pallone calciato da Patric, che poi rimbalza sul suo braccio. L’arbitro Abisso indica il dischetto e conferma la sua decisione dopo aver visto le immagini al monitor del Var.

La reazione degli uomini di De Zerbi è immediata con il pareggio siglato da Rogerio, al suo primo gol nel campionato italiano al 12’, grazie ad un tocco sottomisura, anticipando Marusic. La squadra di Inzaghi crea l’occasione per il nuovo vantaggio al 20’ sempre con Immobile il quale, ricevuto il pallone da palla da Correa, si fa ipnotizzare da Consigli , che non si fa sorprendere.  La splendida serata del portiere del Sassuolo prosegue al 37’, quando è strepitoso nell’intervento che toglie letteralmente la palla destinata alla rete calciata da MilinkovicSavic sul preciso cross di Radu, mandandola in corner.  Il Sassuolo completa la rimonta al 44’  con una splendida ripartenza iniziata da Consigli, proseguita da Sensi che scambia con Berardi, con quest’ultimo che una volta in area, punta Strakosha e lo infila. Al 95’ pareggia Lulic sul grande assist di Immobile.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News