Resta in contatto

News

Serie A: la Juventus batte il Sassuolo coi primi gol italiani di Ronaldo

Dopo gli anticipi tra ieri e oggi che hanno visto il ko dell’Inter, i successi di Napoli e Sampdoria e il pareggio della Roma, giocate altre tre sfide

Alla quarta giornata Cristiano Ronaldo si sblocca. Lo fa con la doppietta ad un Sassuolo di De Zerbi che, specie nel primo tempo, ha giocato alla pari con la Juventus. La squadra di Allegri col successo odierno resta a punteggio pieno in campionato, riallungando a +3 sul Napoli, che ieri sera aveva sconfitto la Fiorentina nel secondo anticipo di giornata . Oltre alla sfida dei bianconeri si sono disputate altre due partite nel pomeriggio. Ecco le nostre sintesi.

JUVENTUS-SASSUOLO 2-1. Primo tempo abbastanza equilibrato, unico sussulto al 38’ causato dall’intervento di Lirola che rischia l’autogol nel tentativo di intercettare Cancelo, Consigli ha però un grande riflesso e evita la rete. Che arriva al 5’ del secondo tempo con un gol semplice semplice di Cristiano Ronaldo, che non puo’ fallire a porta vuota l’appuntamento con il suo primo gol in Italia, dopo un brutto errore di Ferrari che di testa cerca di mettere la palla fuori, ma colpisce il palo e favorisce l’inserimento di CR7, che segna la sua marcatura numero 657 da professionista tra squadre di club e nazionale portoghese.

Ospiti ad un passo dal pareggio due minuti dopo la rete subita, con lo splendido colpo di tacco di Boateng (servito da Lirola) che esce d’un soffio dal palo alla destra di Szczesny.. Allo Stadium è il giorno di Ronaldo, il quale al 20’ segna il 2-0 dopo essersi fatto una corsa di oltre 80 metri, e ricevuta palla da Emre Can, batte in diagonale Consigli per la seconda volta.

Nonostante il doppio passivo la compagine di De Zerbi continua a giocarsela e costruisce una bella ma sfortunata occasione con Di Francesco al 22’ su imbeccata di Lirola, mentre al 32’ l’asso lusitano manca incredibilmente anche il terzo sigillo  e si dispera. Cosa che gli accade nuovamente al minuto 37. Al 46’ Babacar riapre la sfida su cross di DellOrco. Ammonto Douglas Costa che colpisce con un gomito e poi sputa Di Francesco. Poco dopo, richiamato dal VAR, Chiffi lo espelle giustamente dal campo.

UDINESE-TORINO 1-1. Meglio i friulani nel primo tempo, in gol al 28’  in modo comunque fortuito con la sfortunata deviazione di N’Koulou, che mette fuori causa Sirigu sul tiro di De Paul.  Al 33’ grave errore sottoporta di Belotti davanti alla porta. Quattro minuti dopo altra opportunità non concretizzata dai granata col destro a giro dalla distanza di Berenguer, palla che sfiora di poco il palo della porta difesa da Scuffet.

Che resta immobile sul pareggio del Torino avvenuto al 4’ per merito di Meite, il quale ricevuta la sfera di Soriano, si gira e fa partire un sinistro sontuoso dal limite che termina in rete. L’undici di Velazquez spinge alla ricerca del 2-1, che quasi ottiene al 26’ con Behrami non insacca d’un soffio. Infine (3’ di recupero) Teodorczyk imbecca Machis, che sciupa tutto davanti a Sirigu e fallisce il 2-1.

GENOA-BOLOGNA 1-0. A Marassi prima frazione avara di emozioni. I padroni di casa ci provano con Hiljemark e Piatek (40’e 42’)  felsinei mai pungenti. I rossoblù di Ballardini sbloccano la sfida al 24’ del secondo tempo proprio con il polacco che realizza con un preciso rasoterra d’interno destro che finisce la sua corsa nell’angolino basso alla sinistra di Skorupski, dopo il perfetto suggerimento di Criscito.

L’undici di Simone Inzaghi costruisce e fallisce il pareggio al 33’ con Orsolini che, dagli undici metri, calcia clamorosamente al lato. Finale non piacevole al 53’! Bruttissimo fallo di Pulgar su Romulo, quindi reagisce malamente Marchetti e Skorupski intervengono per sedare la rissa, l’arbitro Banti espelle il bolognese e ammonisce i due portieri.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Secondo me Giulini pensa a Canzi......Puntualizzo, Giulini, non il sottoscritto....."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."

Mazzarri, i lettori di CalcioCasteddu vogliono finire la stagione con il tecnico

Ultimo commento: "In ogni caso,ce la siamo scappati lo scorso anno, per il rotto della cuffia. La Salernitana, grazie a Nicola, provvidenziale il cambio,Colantuono è..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News