Resta in contatto

News

Mancini e la “Giovane Italia”: Cragno e Barella in nazionale, ecco perché

L’Italia all’esordio in Nations League e la storica chiamata di Cragno e Barella in nazionale.

SI TORNA IN CAMPO. Una partita vera, di nuovo, quasi dieci mesi dopo l’ultima infausta volta. Roberto Mancini e la sua Italia sono pronti all’esordio nel gruppo 3 della nascente Nations League, come analizza La Gazzetta dello Sport.

GIOVANE ITALIA. Venerdì c’è la Polonia a Bologna, lunedì prossimo il Portogallo a Lisbona. Necessario mettere alle spalle un Mondiale mancato. Mancini, che ha esordito in nazionale a 19 anni, per farlo punta su un mix tra vecchia guardia e giovani, decisamente spinto però verso questi ultimi.

ESCLUSIONI. Se dei senatori ci sono i soli Chiellini (è un ritorno), Criscito e Immobile, sono rimasti fuori invece Politano, Baselli, Verdi, Verratti, Florenzi, oltre agli infortunati Conti, Spinazzola, D’Ambrosio e al rientrante De Sciglio.

MILLENIALS. Ecco dunque che tra i 31 convocati troviamo ben cinque debuttanti, fra cui un ‘99 – Nicolò Zaniolo, finalista dell’Europeo Under 19 ma zero presenze in A – e addirittura un 2001 – Pietro Pellegri, ex Genoa, ora al Monaco. Oltre a loro Lazzari, Biraghi e il rossoblù Alessio Cragno.

CRAGNO PER LA PORTA. Già, Cragno, chiamato in nazionale per la prima volta. Insieme a lui il compagno di squadra Barella, già convocato ma ancora in attesa della prima volta con la maglia azzurra. Per Cragno è centrale la questione portieri azzurri: dopo l’addio di Buffon, Donnarumma non è comunque titolare inamovibile, Perin fa panchina alla Juve e dunque, in attesa del ritorno di Meret, ecco la chiamata dell’estremo difensore rossoblù. Insieme a lui anche Sirigu, che con la Sardegna ha un “discreto” legame.

RISALE BARELLA. Saranno due tuttavia i sardi in azzurro in questa prima “vera” chiamata di Mancini: Barella è risalito dall’Under 21 a seguito della querelle Mandragora (squalificato per bestemmie in campionato e dunque retrocesso dalla Federazione in Under 21). Al Ct serviva un giocatore pronto all’uso su cui fare affidamento in un centrocampo parecchio giovane (Jorginho è l’unico over 25).

Ecco la lista completa dei convocati da Mancini:

PORTIERI

Cragno (Cagliari), Donnarumma (Milan), Perin (Juventus), Sirigu (Torino).

DIFENSORI

Biraghi (Fiorentina), Bonucci, Chiellini e Rugani (Juventus), Caldara, Romagnoli (Milan), Criscito (Genoa), Emerson Palmieri (Chelsea), Lazzari (Spal), Zappacosta (Chelsea).

CENTROCAMPISTI

Barella (Cagliari), Benassi (Fiorentina), Cristante, Pellegrini e Zaniolo (Roma), Gagliardini (Inter), Jorginho (Chelsea).

ATTACCANTI

Balotelli (Nizza), Belotti e Zaza (Torino), Berardi (Sassuolo), Bernardeschi (Juventus), Bonaventura (Milan), Chiesa (Fiorentina), Immobile (Lazio), Insigne (Napoli), Pellegri (Monaco).

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Milo
Milo
1 anno fa

GRANDISSIMI BARELLA E CRANIO, E GRANE ANCHE SIRIGU PER UN DISCRETO LEGAME SARDO.
FORZA CASTEDDU❤?SEMPRE E COMUNQUE

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Grandissimo Herrera!!! Garra uruguagia, cuore rossoblu."

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Ricordo quel grande Cagliari seppur 12enne...È stato la colonna sonora della mia crescita e della mia vita. Ancora oggi ripenso alla immensa fortuna..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Un 6 posto grandioso che purtroppo non fruttò la qualificazione Uefa perché all'epoca avevamo solo 2 squadre qualificate se non sbaglio..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Non dimenticherò mai le sue lacrime durante il suo ultimo giro di campo. Grande Cappio"

Carmine Longo

Ultimo commento: "È vero, Arrica è stato il più grande ma venne favorito da Angelo Moratti che foraggiava il Cagliari affinché Riva non andasse alla Juve. Gran..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News