Calcio Casteddu
Sito appartenente al Network

Mondiale. Argentina spalle al muro: una splendida Croazia vince 3-0

Al Nizhny di Novgorod vittoria meritata degli slavi che segnano con Rebic su brutto errore di Caballero e chiude i giochi con Modric e Rakitic

Croazia agli ottavi e Argentina ad un passo dal baratro. Successo meritato della nazionale di Dalic contro un’Argentina a volte indisponente e fallosa, capace di creare poche occasioni. Sotto accusa il tecnico Sampaoli, ma anche Messi che non sarà mai Maradona, ma che può cambiare volto alla sua nazionale, cosa che invece non accade mai a mondiali e Coppa America. Ora situazione difficile con un punto in due gare. Battere la Nigeria potrebbe non bastare per andare agli ottaviMolto dipenderà dalla gara tra Islanda e Nigeria. Se vinceranno gli europei, allora la situazione sarà anche peggiore di quella di stasera

OCCASIONI SCUIPATE DA ENTRAMBE PER IL VANTAGGIO. Al 5’ grande opportunità per l’undici di Dalic con Peresic che fa partire il mancino a incrociare sul secondo palo, ma Caballero è strepitoso nell’allungarsi e deviare in angolo, evitando al rete. Al 13’ brivido per i croati con assist di Salvio per Meza, Lovren decisivo a deviare in corner .

Una opportunità per parte tra il 3°’ e il 33’: prima Acuna si inserisce sull’uscita sbagliata di Subasic e serve Perez, che manda a lato a porta praticamente vuota, quindi azione dei croati occasione iniziata da una splendida palla Vrsaljko con assist sul secondo palo, dove c’è Mandzukic, il quale di testa manda malamente a lato di testa da due passi.

Da segnalare un non intervento del VAR al 39’, sul piede a martello di Rebic su Salvio: giusto il giallo al croato, mentre al 2’ di recupero Rebic sciupa tutto difettando nel controllo, mancando un aggancio che poteva fare molto male all’Argentina.

CROAZIA AVANTI. 8’ e europei avanti con Rebic, complice un grave errore di Caballero che sbaglia completamente il rinvio regalando su retropassaggio di Mercado, e innesca il croato il quale fa partire un destro perfetto che si insacca. LArgentina accusa il colpo e tre minuti dopo è graziata dallo 0-2 da Mandzukic che non trova la porta di testa per pochissimo. Sampaoli inserisce Higuain per Aguero e lo juventino al 19’ serve  Perez, che effettua un cross in mezzo per Meza, tiro  che Subasic non trattiene, Rakitic è decisivo a murare Messi sottoporta e spedire in angolo.

Gara intensa con occasioni che non mancano:   infatti un minuto dopo Mandzukic sfiora il raddoppio  col destro che trova soltanto l’esterno della rete, servito dall’ex Sassuolo Vrsaljko.

TRIS FINALE.  A testimoniare la gara quasi perfetta della Croazia arrivano in successione la traversa al 41’ di Rakitic su una bellissima punizione, che sulla respinta Kovacic non corregge in rete, mentre al 46’  è proprio Rakitic a far partire un contropiede con tiro che Caballero respinge sui piedi di Kovacic, il quale serve in mezzo il centrocampista del Barcellona, chiamato solo a depositare in rete a porta vuota per l’apoteosi finale.

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

La squadra di Deschamps a distanza di vent’anni conquista il trofeo battendo una grande Croazia....

Non tragga in inganno il punteggio. Transalpini favoriti da un autogol e da un rigore....

Un gol per tempo per la nazionale di Martinez realizzati da Meunier e Hazard che...

Dal Network

Il centrocampista, convocato anche da Spalletti si racconta a SportWeek in avvicinamento al match della...

Stavolta non basta un super-gol di Albert Gudmundsson al Grifone. All’Unipol Domus, Cagliari-Genoa finisce 2-1....

Il tecnico del Genoa Alberto Gilardino e il suo staff hanno diramato una lista di 23 convocati per la...

Calcio Casteddu