Resta in contatto

News

Italia, 3-0 al Portogallo: le ragazze al mondiale dopo 20 anni

Quello che non è riuscito agli uomini di Gian Piero Ventura lo conseguono le donne guidate in panchina da Milena Bertolini che disputeranno la fase finale del 2019 in Francia. In gol Girelli, Salvai e Bonansea

Contro il Portogallo servivano tre punti per chiudere il cerchio: ed è  stato così. In una bella cornice di pubblico presente al Franchi di Firenze (oltre 6500 presenze), l’Italia si qualifica per il mondiale del prossimo anno in Francia. Competizione che ritrova 20 anni dopo l’esperienza negli Stati Uniti, grazie al 2-0 alle lusitane, la settima consecutiva.

Senza dubbio un ulteriore grande smacco ai danni degli uomini, fuori da Russia 2018 al via giovedì prossimo, dopo l’uscita di scena nel play-off del novembre scorso, al termine della doppia sfida contro la Svezia, costata il posto a Gian Piero Ventura.

DUE GOL IN 13’ CHE REGALANO TRANQUILLITÀ. Appena 3’ e azzurre in rete: ottimo angolo battuto dalla Giugliano per la Girelli, che non si fa pregare e batte l’estremo difensore lusitano Morais, non certo perfetta. L’undici di casa insiste e assedia la porta della compagine di mister Francisco Neto, trovando il raddoppio al 13’, complice un’altra uscita incerta della Morais, che permette alla Salvai di staccare e mettere la sfera in rete, con inutile il salvataggio sulla linea di Dolores Silva, con il pallone che aveva già varcato la linea di porta.

L’Italia controlla la reazione delle portoghesi, ma al 33’ la Bertolini perde Rosucci per un problema muscolare con la Parisi al rientro in campo dopo un lungo infortunio. Per la giocatrice della Fiorentina presenza numero 73 in azzurro. Prima dell’intervallo (44’) azzurre ad un passo dal 3-0 con la botta di testa della Girelli imbeccata dalla Bonansea, che la Morais stavolta attenta, allontana col piede.  Mai impegnata invece dall’altra parte la Pipitone.

RIPRESA SENZA AFFANNI. Avanti di due gol l’undici della Bertolini controlla la partita, anche perché dall’altra parte non c’è una azione che metta in difficoltà le azzurre, che per due volte (17’ e 19) sfiora ancora la terza marcatura. Assolutamente fortunate le portoghesi in entrambe le circostanze: Prima l’ottimo filtrante di Giugliano per Guagni, conclusione però deviata in corner, quindi  la traversa di Bonasea nel tentativo di anticipare la Moarais.

Timbra presenza anche la Pipitone. La numero uno azzurra infatti si oppone al 26’ alla battuta della Pinto, mentre d’altra parte ancora Morais protagonista, negando il gol alla Bonansea autrice di un bel destro. E’ il preludio al 3-0, che la stessa giocatrice insacca al 45’ con preciso piatto destro. Al triplice fischio finale la gioia della qualificazione al mondiale: 20 anni dopo la presenza negli USA si va in Francia con pieno merito. L’ultima gara in Belgio sarà una formalità.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "ma perché si decide noi tifosi chi sarà il proprietario del Cagliari calcio ? ma che sondaggio ridicolo è questo,"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News