Resta in contatto

News

Ventura: “Io, capro espiatorio del calcio italiano”

L’ex commissario tecnico della Nazionale Gian Piero Ventura, già allenatore del Cagliari e contattato nei giorni scorsi dal presidente Giulini, ha sparato a zero sulla Federazione durante una trasmissione televisiva: notizia riportata sulle pagine del Corriere dello Sport

SASSOLINI. Il 70enne ex selezionatore ha partecipato come ospite alla trasmissione tv Rai “Che tempo che fa”, condotta da Fabio Fazio. Ventura non le ha mandate a dire alla FIGC in primis, lamentandosi dello scarso sostegno ricevuto durante la sua gestione. “Vedere il Mondiale da casa in tv sarà una grande sofferenza”, dice Ventura. “Una cicatrice enorme nella mia vita”. Il tecnico lamenta il pessimo trattamento subito dopo la sconfitta contro la Spagna: una deligittimazione anche a livello mediatico. Il progetto era nato con la presenza di Marcello Lippi come direttore tecnico, ma lui non ha potuto ricoprire il ruolo e io sono rimasto senza rete di protezione”.

FRIZIONI. Ventura critica la Federazione per la mancata nomina a direttore tecnico, ruolo poi affidato a Ulivieri, ma riconosce al 100% le sue responsabilità: tecniche e decisionali. Si rammarica di non essersi dimesso dopo la gara contro Israele, quando il pubblico di Reggio Emilia cominciò a fischiare sonoramente la squadra dopo dieci minuti. Dimissioni presentate dopo il match contro la Macedonia, e non accettate. Ventura aveva già annunciato al suo staff che, in caso di qualificazione, non sarebbe andato al Mondiale perché erano venute meno le condizioni per poter lavorare. “Sono diventato il capro espiatorio del calcio italiano. La mancata qualificazione per la Coppa del Mondo sarà per me una sofferenza atroce, che non passerà mai”.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News