cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Inter in Champions. Lazio battuta 3-2 in casa in una partita clamorosa

All’Olimpico è grande festa per la squadra di Spalletti che si qualifica dopo Juventus, Napoli e Roma che cambia il volto del match negli ultimi quindici minuti

Le premesse di una gara spettacolare ci sono fin da subito tra le due squadre. Lazio che dispone di due risultati su tre, mentre l’Inter è obbligata a vincere. Prime occasione del match per i biancocelesti. Al 7’ Luiz Felipe manda fuori da due passi il passaggio di Immobile, quindi un minuto dopo super parata di Handanovic su Milinkovic-Savic.

TRE GOL NEL PRIMO TEMPO. Tuttavia la squadra di casa passa solo per uno sfortunato autogol di Perisic al 9’. Il nerazzurro infatti insacca la propria porta sulla conclusione di Marusic. La reazione nerazzurra c’è e dopo un errore di Icardi al 22’ e un salvataggio di Handanovic al 25’ su Immobile, arriva il pareggio al 29’: angolo di Brozovic sul secondo palo per D’Ambrosio, che sulla respinta di Strakosha, ribadisce in rete con il destro sulla linea di porta. Il primo tempo si chiude con la Lazio avanti per 2-1, grazie al gol al 41’, nato da un contropiede di Lulic che si fa tutto il campo e poi serve Felipe Anderson, il quale con un destro chirurgico batte Handanovic, che resta completamente fermo.

FOLLIA LAZIO. Nel secondo tempo succede di tutto nell’ultimo quarto d’ora. Al 27’ per la verità Rocchi concede un rigore all’Inter per fallo di mano in area di Milinkovic-Savic, ma cambia la sua decisione dopo aver visionato le immagini del VAR, giudicando intervento irregolare. Al 33’ però il penalty viene effettivamente concesso per l’intervento di  De Vrij su Icardi. Dal dischetto lo stesso attaccante insacca alle spalle di Strakosha.

Neanche tre minuti dopo Inter che ribalta completamente la contesa e porta dalla sua parte la qualificazione Champions (mandando la Lazio in Europa League) col gol di Vecino. L’ex centrocampista del Cagliari anticipa tutti sull’imbeccata di Brozovic e insacca sul secondo palo, dove nessuno può arrivare.  La reazione dei biancocelesti è nel tiro al 38’ di Milinkovic-Savic di poco fuori alla destra di Handanovic. Nel finale Lazio in dieci per l’espulsione di panchina Patric, reo di proteste davvero esagerate. Al triplice fischio scoppi la festa interista, mentre in casa Lazio si piange per l’occasione sfumata.

SASSUOLO-ROMA 0-1. Gara che non contava nulla in termini di classifica, con la squadra di Di Francesco matematicamente terze e Champions da una settimana e quella di Iachini, già salva. Vittoria della Roma, con la maldestra autorete di  Pegolo su cross di Manolas. al 45′.

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Cancellare i gol realizzati dai giocatori stranieri, riscrivendo la classifica di A tenendo conto solo...
Sono destinate a creare un dibattito (e un polverone) le frasi del presidente laziale Lotito,...
La bruciante sconfitta di ieri contro il Verona ha spinto l'Udinese a sollevare Gabriele Cioffi...

Dal Network

L'ex campione del mondo da giocatore con l'Italia nel 2006, prende il posto dell'esonerato in...
La squadra di Juric, squalificato e sostituito da Paro in panchina, e quella di Di...

Altre notizie

Calcio Casteddu