cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Serie B, ultima giornata: il Frosinone di Vigorito promosso?

Domani quarantaduesima giornata che decreterà la seconda delle tre squadre che giocheranno nella massima serie. Laziali favoriti sul Parma di Munari. Rischiano l’Ascoli di Agazzi e il Brescia di Pulga

Domani sera il Frosinone degli ex rossoblù Longo, Vigorito, Ariaudo e Krajnc, potrebbe ritrovare la massima Serie A dopo due stagioni. I laziali, attualmente secondi con 71 punti hanno il vantaggio di avere due lunghezze sul Parma (attestato a 69) e sul Palermo attualmente a quota 68 e quello di giocare al Benito Stirpe contro un Foggia, che di fatto non ha più nulla da chiedere al suo campionato, nella stagione del tormentato ritorno nella cadetteria.

SOLO PLAY-OFF PER PARMA E PALERMO? Alla vigilia dell’ultima giornata sia i ducali, attesi in casa dello Spezia, e i rosanero di Stellone (da poco subentrato all’esonerato Tedino) che giocheranno in casa della Salernitana, sono ancora in grado di salire in Serie A direttamente, a patto che nel caso del Parma, i laziali facciano solo un punto, mentre il Palermo ha bisogno che il Frosinone perda e la squadra di D’Aversa non vinca. Obiettivamente per entrambe, situazione che appare complicata.

Di fatto sicure le squadre che (dal 26 maggio) daranno vita ai play-off: si tratta del Venezia, che sulla carta può saltare il primo turno arrivando ancora davanti a Parma e Palermo (battendo il pericolante Pescara), Bari, Cittadella e Perugia.

LOTTA SALVEZZA. Già retrocesse la Ternana e la Pro Vercelli, guidata per quasi tutta la stagione dall’ex difensore del Cagliari Grassadonia (esonerato a tre giornate dalla fine per far posto a Grieco) la terza della quattro squadre uscirà invece dallo scontro diretto tra al Piola tra i padroni di casa del Novara a 44 punti e la Virtus Entella che insegue a -3, in quello che è uno scherzo del calendario che farà scendere direttamente in Serie C una delle due.

Spera nella salvezza diretta l’Ascoli. Ma la squadra dell’ex portiere del Cagliari Agazzi, guidata in panchina da un tecnico importante come Cosmi, imbattuto da 5 turni obbligato a battere il Brescia di Pulga, che viceversa non vince da un mese e con 47 punti rischia parecchio. Anche perché l’Avellino, che di punti ne ha 45, affronta in trasferta una Ternana già retrocessa.

Perdendo, il Brescia resterebbe fermo a quota 47 punti, stessa cosa che accadrebbe al Pescara, con una delle due che si giocherebbero la permanenza in un play-out di fuoco. Difficili ipotizzare una tra Cesena e Cremonese in difficoltà. Nella sfida di domani alle 20.30 al Manuzzi (orario valido per tutte e undici le gare) un pareggio metterebbe in salvo entrambe, lasciando le varie patate bollenti alle altre avversarie.

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Fatale per lui la sconfitta di ieri col Catanzaro. Potrebbe arrivare Longo ...
I rossoblù e l’Empoli, uniche due squadre che hanno vinto nello scorso turno. Ko pesanti...
La salvezza, in caso ovviamente sempre di squadre a pari punti al termine del massimo...

Dal Network

Il difensore si è accasciato a terra, dopo aver sentito un dolore al petto: l'ivoriano...
Al Mapei Stadium di Reggio Emilia parte fortissimo l’undici di casa, alla rimonta rossonera al...
Padroni di casa vanno in vantaggio con Politano. Meret para un rigore a Soulè, poi...

Altre notizie

Calcio Casteddu