Resta in contatto

News

EL. Lazio corsara a Kiev sulla Dynamo: gol di Leiva e De Vrij

All’Olimpiyskyi Stadium i biancocelesti di Inzaghi si qualificano ai quarti della seconda competizione europea dopo una gran partita

Una splendida Lazio vince 2-0 in Ucraina e si qualifica ai quarti di Europa League, ai danni della Dynamo Kiev, che aveva pareggiato una settimana fa 2-2 all’Olimpico. Gara indirizzata da subito da una parte, con un inizio importante. Infatti 8’ e biancoclesti pericolosi: dribbling di Immobile al portiere di casa Boyko, ma il suo rasoterra trova l’opposizione in scivolata miracolosa di Kadar. I biancocelesti insistono e, dopo averci provato senza fortuna con Luis Felipe (11’), Lulic al 12’ e ancora Immobile al 16’, arriva finalmente il meritato vantaggio con Lucas Leiva (secondo centro in Europa League), bravo ad anticipare con grande tempismo tutti, e mettere alle spalle di un Boyko incerto, il pallone spiovuto dall’angolo di Luis Alberto.

Nonostante la spinta dei 53000 dell’ All’Olimpiyskyi Stadium, la gara appare in mano alla squadra di Inzaghi, che al 29’ sfiora la traversa con uno splendido destro fatto partire da Tsyganov, dopo un errore di Radu. Cinque minuti dopo l’estremo difensore degli ucraini respinge con i pugni  la botta calciata da Luis Alberto, riscattando il gol subito.

Lazio padrona del campo. La compagine laziale dimostra di essere più squadra e va ad un passo dal 2-0 almeno due volte. La prima al 38’ quando Immobile si divora la rete col sinistro, ribattendo il suo stesso tiro col piede destro, la seconda invece al 41’ su imbeccata in verticalizzazione di uno scatenato Felipe Anderson, calcia debolmente con la punta favorendo la parata di Boyko. Prima del riposo, vibranti proteste per la parata dell’estremo difensore di casa su Immobile sul filo del fuorigioco. Le immagini fanno però chiaramente che la presa sulla riga.

Che errore Patric. La ripresa inizia con la compagine biancoceleste che controlla le avanzate degli ucraini. Tuttavia è clamoroso il 2-0 fallito incredibilmente dal laterale spagnolo, il quale tutto solo, a pochi passi dalla porta letteralmente vuota, manda  altissimo il pallone. Altra opportunità al minuto 11’: punizione calciata da Luis Alberto (concessa dall’arbitro Manzano) per una manata di Junior Moraes a Felipe Anderson) da circa 20 metri, che sfiora l’incrocio dei pali alla destra di Boyko. Il portiere della Dynamo resta a terra (14’) a seguito di uno scontro fortuito con Radu. Poco dopo entrambi sono in piedi, si abbracciano e il gioco prosegue. Al 22’ suntuosa giocata di Parolo per Immobile, che cicca la sfera davanti alla porta.

Brividi e festa nel finale. Bisogna avere la massima concentrazione, perché la squadra di casa non molla. Infatti  (27’) Tsyganov calcia con potenza la sponda fortunosa di Mbokani, mancando la porta per questione di centimetri, quindi al 34’ il paraguaiano Gonzalez sfiora l’1-1 calciando di potenza, dopo aver nascosto il pallone a Leiva. Il raddoppio al 38’, chiude la sfida tra le due squadre: corner di Luis Alberto, Luiz Felipe mette di test sul secondo palo per De Vrij, che riesce a spingere in rete col piatto sinistro. Game over: Lazio ai quarti con pieno merito.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Questo sondaggio in questo complicatissimo momento lo vedo veramente utile....dovremmo fare propaganda parlando solo ed esclusivamente della partita..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini comunque vada un tecnico giovane bravo e con tanta voglia di fare bene sia in A o B e col cuore ROSSOBLU"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News