Resta in contatto

News

Barella e Joao, un girone dopo. Insieme a Pavoletti per guidare il Cagliari

Tornano i più attesi. Barella e Joao, loro che decisero la partita dell’andata con un secco 0-2 che illuse tanti, come ricorda La Gazzetta dello Sport. Ma non solo. Permise all’allora formazione di Rastelli di trovare la seconda vittoria consecutiva dopo l’esordio alla Sardegna Arena col Crotone, ma soprattutto consegnò al Cagliari tre punti che ora sono diventati preziosissimi.

Dopo il match di Ferrara ci furono le cinque sconfitte di fila e l’esonero del tecnico campano. Ora tocca a Diego López traghettare la nave verso la vittoria contro la Spal.

Barella sarà l’uomo in più: 21 anni mercoledì prossimo, una grinta che spacca le partite, ma che deve limitare se non vuole continuare ad assentarsi così frequentemente per squalifica (sei gialli e un rosso finora).

Discorso diverso per JP10: un errore, fatale, un calo di concentrazione e un brutto pestone a Chiesa gli sono valsi quattro turni di stop. È fermo dal 22 dicembre in campionato, ha saltato l’intero mese di gennaio ma è pronto a riprendersi il Cagliari a suon di gol (già cinque reti, decisive quelle contro Udinese e Bologna).

Cinque reti come Leonardo Pavoletti. Insieme al talento sardo e al brasiliano di nuovo, il mister uruguaiano potrà contare sul ritorno in campo anche del bomber ex Genoa e Napoli, che tanto è mancato a Crotone sotto porta. Anche lui, pena altre squalifiche, dovrà imparare a limitarsi in fase di sacrificio, ma soprattutto a evitare inutili proteste.

Il Cagliari ritrova i suoi trascinatori. Nello scontro salvezza contro la Spal il Cagliari si affida a loro.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "Per tutti i tifosi che vogliono la cessione, fate bene continuate a perorare la causa su calciocasteddu, non perdete neppure un articolo, chiedendo a..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News