Resta in contatto

News

ESCLUSIVA – Pantanelli: “Legato alla Sardegna, il Cagliari si salverà”

Pochi fronzoli, cappellino in testa e tante parate che contribuirono alla risalita dei rossoblù in Serie A. Questo, in sintesi, era Armando Pantanelli per il Cagliari 2003/2004. Il classe 1971 arrivò in Sardegna (ove rimase per tre stagioni) dal Cosenza nell’estate del 2001. CalcioCasteddu ha intervistato in esclusiva proprio l’ex estremo difensore isolano.

Pantanelli e la Sardegna, destini incrociati: come giudichi le esperienze di Tavolara ed Arzachena? Ancor prima eri stato all’Olbia (stagione 1992/1993 ndr)

“Sono sempre stato legato alla Sardegna avendo iniziato e finito la mia carriera nell’isola. Tutte bellissime esperienze sia calcistiche che umane”

Tre stagioni al Cagliari. Come giudichi la tua avventura in rossoblù?

“Tre annate molto differenti tra loro. Nelle prime due la squadra fece dei campionati un po’ anonimi. Durante la terza, invece, ci fu una cavalcata con la promozione in A. Ad ogni modo bellissimi anni anche da un punto di vista personale”

Per te un trascorso all’Inter. Come è stato allenarsi con grandi campioni? Davanti a te avevi un certo Gianluca Pagliuca…

“L’anno dell’Inter lo considero un anno perso per il solo fatto che non giocai nemmeno una partita però fu una bellissima esperienza quella di allenarsi e condividere uno spogliatoio con grandi campioni”

Come valuti la stagione del Cagliari? Pensi che l’obiettivo salvezza sia a portata di mano?

“Il Cagliari sta faticando ma nonostante tutto credo che la salvezza sia alla portata. Ho molta fiducia in López, grande persona e bravo allenatore”

Nella tua vita non solo calcio. Come è nata l’idea di partecipare all’Eredità su Rai 1?

“Quello fu uno scherzo con amici. Mi chiamarono e andai a farmi due risate”

Pantanelli e il futuro: quali sono i tuoi piani?

“Prima del futuro penso al presente. Ho un ristorante-pizzeria ad Acicastello (in provincia di Catania) e sono responsabile dei portieri della Katane Soccer, una scuola calcio di Catania. In futuro vedremo, sono aperto a qualsiasi esperienza”.

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Altro da News