Resta in contatto

News

La fascia destra è di Faragò: tra campo e letteratura

Se vuoi essere qualcuno in Serie A – gli aveva detto l’estate scorsa Massimo Rastelli, come riporta il Corriere dello Sportdevi fare il terzino destro, perché hai le qualità giuste per interpretare quel ruolo“. Paolo Faragò forse all’inizio era rimasto spiazzato, con un po’ di scetticismo per il doversi dirigere sulla corsia dopo una vita in mezzo al campo.

E invece l’ex allenatore rossoblù aveva ragione. E Faragò, dopo essersi rimboccato le maniche, ora può godersi i frutti del suo lavoro e dell’intuizione del tecnico di Torre del Greco. Condivisa, per altro, da Lòpez, che lo ha reso il proprietario unico della fascia destra, con tanto di contratto siglato dai due assist per la testa Leonardo Pavoletti (contro Genoa e Benevento) e dalle due reti contro Benevento e Verona. E tanta pazienza per van der Wiel, che rischia di trasformarsi in flop del mercato estivo.

Ma Faragò non è solo campo e non è solo corsa su e giù per quella fascia destra. A Novara studiava Economia e nel 2015 ha messo nel cassetto un titolo di campione alle Universiadi. Insieme alla sua inseparabile fidanzata Irene, inoltre, ha cominciato ad amare la letteratura. Tanto che ora è capace di divorare un libro al giorno. Mentre il neo-arrivato cucciolo di labrador, Leone, divora qualche scarpa qua e là per la casa. Ma Paolo e Irene sono anche due grandi viaggiatori: Birmania, Lapponia e, perché no, Sardegna. Carloforte in estate, Orgosolo solo qualche giorno fa.

Uomo impegnato fuori dal rettangolo verde, giocatore di impegno e fatica in campo. Non è un caso se ha deciso con due giocate da lottatore le ultime due vittorie, fondamentali, del Cagliari. Diventando il secondo miglior marcatore della squadra, dopo Joao Pedro. E il proprietario della fascia destra.

 

14 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News