Resta in contatto

News

Un incubo chiamato calcio di rigore

Non è un’annata molto positiva per il Cagliari nelle conclusioni dagli undici metri: un punto debole della squadra isolana, analizzato da L’Unione Sarda.

Quattro rigori concessi in dodici giornate, tre dei quali sbagliati e da altrettanti giocatori. L’unico ad essere riuscito a segnare è stato João Pedro contro il Genoa. Quello calciato – malamente – da Cigarini nel match di ieri contro il Verona si è sommato ai precedenti errori di Farias (ipnotizzato da Buffon in Juventus-Cagliari alla prima giornata) e Sau (contro il Benevento, con rincorsa titubante e palla alta sopra la traversa). Interrogato dai media nel post Cagliari-Verona, il tecnico López ha dichiarato che non esistono gerarchie per i tentativi di trasformazione dal dischetto: lascia carta bianca ai suoi giocatori, in partita tira chi più se la sente. Chi sarà il prossimo?

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Altro da News