Resta in contatto

Approfondimenti

Anche il Cagliari in corsa per evitare gli ultimi tre posti

Dopo nove giornate (quasi un quarto del campionato) la classifica della Serie A è già spezzata in tre tronconi. Il primo, che interessa la zona scudetto, vede interessate Napoli (in vetta con 25 punti, Inter a 23, Juventus e Lazio a, e ipoteticamente la Roma ora  a 18, ma con la gara contro la Sampdoria da recuperare a Genova. Quindi ,nel secondo blocca sette squadre distanziate tra loro di cinque punti. Si tratta della Sampdoria a 17, Chievo Verona a 15, quindi il Bologna a 14, Fiorentina, Torino e Milan con 13 e l’Atalanta a 12 punti.

Nel terzo blocco Sassuolo a 8 punti, Cagliari, Genoa, Crotone, Udinese e Hellas Verona a 6, la Spal con 5 e il Benevento ancora al palo. Dando quasi per sicuro l’ultimo posto appannaggio proprio dei sanniti (di scena dopodomani sera alla Sardegna Arena) restano liberi gli altri due posti che portano dritto al campionato cadetto. Ovviamente tutte le compagini lotteranno fino alla fine per evitarli. Ecco perché battere i campani mercoledì sera per gli uomini di Diego Lopez, diventa fondamentale. Neanche il pareggio (che vorrebbe dire primo punto in stagione per gli ospiti) sarebbe soddisfacente. Anche perché in casa alla Sardegna Arena, il Cagliari ha perso tre volte su quattro e deve cercare in tutti i modi di invertire la rotta. Dopo il Crotone, all’esordio nel provvisorio stadio cagliaritano, le altre avversarie dei rossoblù, Sassuolo, Chievo Verona e domenica il Genoa, hanno portato via l’intera posta in palio.

I sei punti in classifica fino ad ora, sono pochi. Anche perché Genoa e Sassuolo hanno già vinto in Sardegna, mentre Sau e compagni hanno dalla loro parte i successi su Crotone in casa e Spal a Ferrara. Gli eventuali tre punti sul Benevento, farebbero respirare la squadra di Diego Lopez (che intascherebbe la prima vittoria della sua gestione, dopo aver preso il posto di Massimo Rastelli) e riportare quella fiducia mancata ultimamente con le cinque sconfitte consecutive, in attesa tra due settimane di ospitare un’altra contendente alla salvezza, l’Hellas Verona ko ieri nel derby con il Chievo. In definitiva urge un improvviso cambio di rotta, per non essere davvero invischiati nella ‘bagarre’, dopo che in estate si era sbandierato un rafforzamento della squadra, che si sta dimostrando inesistente.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti