Resta in contatto

Approfondimenti

E se Barella avesse giocato?

I tifosi del Cagliari probabilmente ricorderanno l’esordio in Nazionale di Mauro Esposito: è il 9 ottobre del 2004 e l’attaccante di Torre del Greco viene lanciato titolare nella gara contro la Slovenia valida per le qualificazioni ai mondiali del 2006.

L’Italia viene sconfitta per 1-0 causa un goal di Cesar a pochi minuti dalla fine e sul banco degli imputati finisce proprio Esposito, reo di aver fallito una grossa occasione in contropiede nel primo tempo.

La stampa si accanisce talmente contro l’attaccante rossoblù che in sua difesa interviene nientemeno che Gianluigi Buffon: “Accetto che venga criticato uno di noi ‘esperti’ dopo questa sconfitta, ma Ciccio (Esposito) no! Lui era all’esordio e fino allo scorso anno giocava in serie B. È giovane e non è giusto che venga ritenuto responsabile della sconfitta”.

Ovviamente in una circostanza del genere si fa presto, molto presto, a scagliarsi contro l’ultimo arrivato, in buona sostanza colui che dovrebbe risultare l’anello più debole del gruppo.

Ebbene, ieri sera si è assistito ad una performance disastrosa della Nazionale in quel di Torino contro un avversario non irresistibile come la Macedonia. Gli uomini di Ventura non sono riusciti ad andare oltre il pareggio per 1-1, mettendo così la partecipazione ai play off per i mondiali in Russia nelle mani della Bosnia che questa sera giocherà contro il Belgio.

Nicolò Barella è stato, per così dire, risparmiato dalla Caporetto rimanendo in panchina per tutta la durata del match. Ricordando la vicenda Esposito ci chiediamo: che sarebbe successo se il giovane rossoblù fosse stato gettato nella mischia da Ventura?

Avrebbe cambiato la situazione? Altamente improbabile, anzi praticamente sicuro che, come Esposito a suo tempo, sarebbe finito tra i primi sul banco degli imputati. Duole dirlo, ma trattasi di verità, che chi milita nei sodalizi di basso blasone ed ha il grande merito di arrivare alla Nazionale Maggiore venga silurato da pesanti critiche in caso di esordio negativo.

In virtù di ciò ci sentiamo di dire che probabilmente è stato un bene che il gioiellino di casa Cagliari abbia “rinviato” Il suo esordio con la maglia azzurra.

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti