Resta in contatto

Approfondimenti

L’improvvisa fiammata

Il precampionato aveva palesato delle lacune di entità non indifferente sulle fasce.

Miangue e Capuano sul mancino, Padoin e l’adattato Faragò avevano dato segnali tutt’altro che incoraggianti sulla gestione delle gare. Già qualcuno criticava aspramente la società rossoblù per le frettolose cessioni di Murru ed Isla.

Poi, come una sorta di fulmine a ciel sereno, giunge la gazzarra del caso Borriello: l’attaccante rompe in modo poco ortodosso con il sodalizio e si accasa nel giro di qualche giorno alla neo promossa Spal.

Ergo, Cagliari che si presenta ai nastri di partenza del campionato senza un centravanti di ruolo, se si esclude l’evanescente presenza di Čop, e le fasce ancora da sistemare. Due partite, zero punti, un goal realizzato, buone trame di gioco (in particolar modo contro il Milan), ma pochi giorni a disposizione per sistemare la rosa.

Le critiche divampano come gli incendi che devastano la Sardegna, lo spauracchio di una retrocessione che veleggia nel cuore della piazza ancor prima di aver iniziato il campionato. Fino a quando non è giunge la fiammata improvvisa che ha, con tutta probabilità, quietato le acque: prima l’ingaggio del terzino Gregory Van der Wiel, giocatore di caratura internazionale cresciuto sotto la sapiente ombra di Ibra, poi il grande sacrificio economico per Leonardo Pavoletti. 

Al 99% sarà l’ex Genoa a prendere il posto di Borriello, autore di ben sedici goal decisivi per la salvezza del Cagliari la passata stagione. Seppur con difficoltà ed in extremis il Cagliari edizione 2017/2018 prende la sua forma definitiva per dire ancora la sua.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "Giulini non sarebbe in grado di fare l'amministratore di un condominio senza appartamenti figuriamoci gestire una squadra di calcio in serie A.Persona..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti