Resta in contatto

Rubriche

Nelle cuffie di… Fabio Pisacane: samba, pop e il duo Baglioni-Morandi

In fondo è un ragazzo di trentuno anni, Fabio Pisacane. Nato a Napoli nel gennaio del 1986, cresciuto col mito di Maradona all’ombra del Vesuvio e col sogno di giocare in Serie A. Quel sogno Fabio Pisacane lo ha realizzato, lo scorso anno, con la ciliegina sulla torta: l’ultimo gol al Sant’Elia, al 93°, contro il Milan, per la vittoria finale dei rossoblù.

Ma non è stato facile, Pisacane ha lottato contro tutti: contro il calcioscommesse, che provò a contaminarlo all’epoca del Lumezzane, ma lui rifiutò e denunciò, meritandosi la stima e l’affetto di tutti, Fifa (di cui è ambasciatore) e Prandelli (allora CT) in primis; ma anche contro sé stesso e la sua sindrome di Giulian-Barrè, che fortunatamente sconfisse in giovane età nonostante difficoltà fisiche che lo portarono alla paralisi, al coma e solo in seguito a una lenta riabilitazione.

Una lunga gavetta insomma. Sul campo e nella vita. Ma ora Pisacane ha voglia di divertirsi e nelle sue cuffie, come si evince dal canale Spotify del Cagliari e dalla playlist a lui dedicata, passa il ritmo sudamericano di Chantaie (Shakira) e Deu Onda (MC G15) e la samba di Malandramente (Dennis Dj, Nego Bam e Nandinho). Insomma, Pisacane è uno a cui ballare spensierato piace davvero tanto: ecco allora il pop commerciale dei Maroon 5 con Don’t Wanna Know, The Chainsmokers con Closer e Justin Bieber featuring Dj Snake con la loro Let Me Love You; ma anche la dance un po’ più ricercata con la versione remix di Call on me (Ryan Riback) e Tango To Evora (Pink Noisy) e subito dopo il raggaeton di Ay Vamos (J Balvin).

Ma Fabio Pisacane in campo è un guerriero, un capitano. Coraggioso, come Baglioni e Morandi: “La vita è adesso” gli ricordano i cantautori ogni volta che lo scugnizzo napoletano ascolta la loro canzone. Ma Pisacane già lo sa. L’ha dimostrato nel suo passato. E ora lo dimostra in campo, con la maglia del Cagliari.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "Troppo buono nel giudizio. Direi che è uno scarsone...Va bn per una squadra da interregionale...forse...."

Difesa ballerina, serve tempo a Liverani o è necessario andare sul mercato?

Ultimo commento: "Serve un portoere all'altezza delle ambizioni e della storia rossoblu. Poi dobjiamo prendere assolutamente Barreca."

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Chi sceglie 'è' Liverani. Questo nostro è un gioco."

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "GIULINI DAI UNA SPERANZA ALLA SQUADRA ED AI TIFOSI, LASCIA LA PROPRIETA'"

(SONDAGGIO) Lapadula la spalla giusta per Pavoletti?

Ultimo commento: "Se avevi Caceres e Godin non saresti retrocesso."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Rubriche