Resta in contatto

Approfondimenti

Cigarini e Miangue: come cambia il Cagliari

Novità nella rosa a disposizione di mister Rastelli. Dalla giornata di oggi il tecnico di Torre del Greco potrà contare su due nuovi innesti: Luca Cigarini rinforzerà il centrocampo e prenderà il posto di Di Gennaro, in scadenza di contratto; Senna Miangue invece sostituirà sulla fascia sinistra Nicola Murru, che entro pochi giorni, visite mediche permettendo, si accaserà alla Samp.

Ma come cambia tatticamente il Cagliari con i nuovi acquisti?

Partiamo col regista. Luca Cigarini, 31 anni, esperienza da vendere (ha vestito le maglie di Sampdoria, Atalanta, Napoli, Parma e Siviglia), intelligenza tattica, piedi buoni, ottimo anche in fase difensiva. E’ un giocatore duttile Cigarini, che sa fare entrambe fasi e non disdegna il contrasto anche ruvido, come dimostrano i numerosi cartellini gialli collezionati in carriera. Cigarini porterà in dote ai rossoblù la solidità di una carriera passata a rubare palloni e reimpostare il gioco, con il giovane Nicolò Barella che potrà ricevere i consigli del centrocampista emiliano.

I due si giocheranno il posto, con Colombatto pronto a fare da outsider qualora non dovesse essere ceduto in prestito. La sensazione però è che la soluzione Barella nel ruolo di regista convinca Massimo Rastelli, con Cigarini che sarebbe allora relegato a seconda scelta. Tuttavia è probabile che le condizioni nel corso della stagione (infortuni e condizione fisica in primis ma anche soluzioni tattiche innovative) possano portare Barella a giocare da mezz’ala o trequartista. Sarebbe l’ex Atalanta, in quel caso, a coprire il buco in mediana.

Con la cessione di Murru, Senna Miangue, 20 anni, a oggi è l’unico terzino sinistro disponibile in rosa. Ci sarebbe anche Capuano, che quando necessario è già stato adattato in quel ruolo, ma non ha mai convinto del tutto. Inoltre l’esborso economico che è stato necessario ad acquistare a titolo definitivo il difensore belga (3,5 milioni di euro) fa pensare che il Cagliari creda nel suo talento. È probabile allora che Miangue si ritagli molto più spazio rispetto allo scorso anno (solo 4 presenze in rossoblù). Se riuscisse a dimostrare nelle prime partite di meritarsi la fiducia della società, il belga diventerebbe a tutti gli effetti il titolare della corsia di sinistra.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Il tridente con luvumbu a destra lapadula al centro e desogus o contini a sinistra ..... contini è un ragazzo che ha corsa e molto generoso ci..."

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "GIULINI DAI UNA SPERANZA ALLA SQUADRA ED AI TIFOSI, LASCIA LA PROPRIETA'"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "I rigori li sbaglia chi li tira. Di sicuro non li tira un cacasotto che ha trascorso il suo tempo in campo nascosto dietro l'avversario, sbagliando un..."

(SONDAGGIO) Lapadula la spalla giusta per Pavoletti?

Ultimo commento: "Se avevi Caceres e Godin non saresti retrocesso."

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Joao Pedro deve restare

Ultimo commento: "IN TURCHIA RESTERÀ FERMO UN MESE PER STIRAMENTO, GRANDE FORTUNA DEL CAGLIARI PER LA SUA FUORIUSCITA."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti