Resta in contatto

Approfondimenti

Portieri, l’umiltà paga sempre

Si parla molto di portieri in questo periodo, soprattutto di colui che fece per viltade il gran rifiuto. Scomodiamo il celebre verso di Dante così capiamo il riferimento senza dover nominare anche qui la persona che ormai sta su tutti i giornali e che francamente ha già stancato. Anche a Cagliari però si coltivano dei talenti niente male, seguendo un trend che sta riportando in alto il livello di questo ruolo in Italia.

Alessio Cragno è senza dubbio uno dei prospetti più interessanti dell’ultimo campionato di Serie B. Protagonista della storica promozione del Benevento, Cragno è il tipico esempio di come il lavoro a testa bassa paga sempre. Arrivato in Sardegna nella disastrosa parentesi Zemaniana non è riuscito a imporsi tra i pali, mostrando tutta la sua scarsa maturità calcistica. Alessio, che a differenza del collega tanto famoso non è mai stato difeso dopo un errore in nome della sua giovane età, si è rimboccato le maniche e ha lavorato sodo sui suoi limiti. Prima a Lanciano poi a Benevento, con umiltà e dedizione, ha dimostrato a tutti che la Serie A gli appartiene. Il Cagliari è il suo futuro e l’intelligenza mostrata nel suo percorso di crescita non pone limiti ai risultati che potrà conseguire in carriera.

Intanto continua a crescere anche il giovanissimo Luca Crosta che ha impressionato tutti al suo esordio nel massimo campionato. La speranza è che il diciannovenne portiere rossoblù possa guardare alla storia di Cragno come un modello di umiltà e sacrificio, ma che riesca anche ad attingere dalla professionalità del più esperto Rafael, che da quando è in Sardegna ha sempre anteposto gli interessi della squadra a tutto il resto. Il parco portieri della prossima stagione sembra solido e ben assortito, ma per farlo rendere al meglio serve una difesa all’altezza sia per qualità dei singoli sia per organizzazione tattica. Al mercato e a Rastelli il compito di valorizzare questa ottima materia prima.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Grande Pepe..."

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Ricordo quel grande Cagliari seppur 12enne...È stato la colonna sonora della mia crescita e della mia vita. Ancora oggi ripenso alla immensa fortuna..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Un 6 posto grandioso che purtroppo non fruttò la qualificazione Uefa perché all'epoca avevamo solo 2 squadre qualificate se non sbaglio..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Non dimenticherò mai le sue lacrime durante il suo ultimo giro di campo. Grande Cappio"

Carmine Longo

Ultimo commento: "È vero, Arrica è stato il più grande ma venne favorito da Angelo Moratti che foraggiava il Cagliari affinché Riva non andasse alla Juve. Gran..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti