cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Serie A il punto. Cagliari, andata chiusa la quartultimo posto a quota 15

Archiviata la prima parte del massimo campionato dopo le prime 19 partite. Per salvarsi serve anche qualche colpaccio con una big

Senza soluzione di continuità si riparte sabato col girone di ritorno. Archiviata l’andata, fino al 24 maggio ci saranno altri 19 turni che ranno i verdetti tra Scudetto, Coppe europee e permanenza in Serie A. Discorso questo, che interessa il Cagliari di Ranieri, che ha chiuso la prima parte del campionato tra mille difficoltà da quartultimo, e quindi al momento salvo. Ma ii giochi devono essere ovviamente ancora fatti, con sette squadre in lotta a contendersi di evitare le ultime tre posizioni. A oggi sono tranquille Frosinone e Sassuolo con 19 punti, mentre lottano Udinese a 17, Cagliari con 15, Hellas Verona a 14 Empoli con 13 e Salernitana con 12. Appena fuori Genoa e Lecce a 21, ma entrambe non possono giocare col fuco.

E proprio i salentini, sabato, sono stati avversari di Petagna e compagni nell’1-1 finale, in una partita che ha visto gli uomini di D’Aversa esprimersi meglio e andare in vantaggio con Gendrey che prende il tempo ad Augello e di testa manda la palla in rete, fino al pareggio di Oristanio che sbuca tra le linee e devia verso la porta, con Falcone che riesce a deviare la sfera ma la palla va in rete, e rischiare di perdere. Una situazione positiva dopo oltre un’ora di gara, dove a fare la voce grossa è stato il Lecce. Che, ancora una volta, ha evidenziato le solite lacune e le disattenzioni, spesso avute in partita. Su questo bisogna insistere col lavoro e migliorare per centrare l’obiettivo.

LA GIORNATA. Già curata la parte bassa va detto che l’Inter è campione d’inverno dopo il 2-1 (pieno di polemiche) sul Verona, con due punti sulla Juventus che, sotto per molti minuti in casa della cenerentola Salernitana, ha rimontato e vinto col gol del 2-1 di Vlhaovic al 90’. Il Milan, corsa a Empoli, è terza forza del campionato davanti ad una Fiorentina battuta di misura a Reggio Emilia dal Sassuolo, col Bologna che manca il sorpasso per l’1-1 interno col Genoa. L’ultimo posticipo del diciannovesimo turno era lo scontro diretto dell’Olimpico tra Roma e Atalanta, è terminato 1-1 e lascia un piccolo vantaggio di un punto ai bergamaschi, che agganciano a 30 punti la Lazio passata a Udine. Un capitolo a parte merita il Napoli. Che con l’arrivo in panchina di Mazzarri ha vinto all’esordio ma poi si è fermata con qualche pareggio e solo sconfitte, ieri l’ultima molto pesante in casa del Torino. Come la scorsa stagione, anche questa è da applausi per il Monza.

LA PROSSIMA GIORNTA. Che segna il girone di ritorno, si disputerà con le 10 sfide diluite in quattro giorni. Sabato si parte con quattro anticipi: alle 15 Genoa-Torino, e il derby campano Napoli-Salernitana vitale per entrambe (gare in esclusiva Dazn) come alle 18 Hellas Verona-Empoli, fondamentale per la salvezza. Alle 20.45, anche su Sky Monza-Inter. Le due emittenti trasmetteranno domenica alle 12.30 Lazio-Lecce. Su Dazn alle 15 Cagliari-Bologna, alle 18 Fiorentina-Udinese e alle 20.45 Milan-Roma. Lunedì, ore 20.45 anche su Sky, Atalanta-Frosinone e, infine martedì sempre alle 20.45 solo su Dazn, Juventus-Sassuolo.

 

Subscribe
Notificami
guest

32 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Cinque i punti distacco dalla zona spareggi dopo il pareggio ottenuto sabato in casa della...
Nell'ultimo anno, Leonardo Pavoletti ha vissuto la grandiosa notte di Bari ma pure tanti problemi...
Contro i partenopei pareggio meritato, ma ora serve fare il massimo nelle prossime gare ...
Calcio Casteddu