cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Andata in archivio, ecco il pagellone rossoblù: attaccanti

Il girone d'andata è in archivio per il Cagliari: reparto per reparto, il commento alla prima metà di stagione per ciascun rossoblù.

DESOGUS. Problemi fisici infiniti, e uno status di fantasma avvalorato dal fatto che Ranieri non lo abbia mai schierato in campionato e lasciato spessissimo fuori dai convocati, nonostante le lodi tessute in favore del ragazzo davanti ai microfoni. Di fatto ai margini del progetto tecnico e ormai prossimo ad accasarsi altrove in prestito, dopo il rinnovo fino al 2027 di alcuni mesi fa. Presenze 0. VOTO: n.g.

LAPADULA. Che rimpianto, Lapa… Dopo aver vissuto la migliore annata della carriera con un rendimento spettacolare che ha trascinato in A il Cagliari, ha iniziato quella in corso rincorrendo per l’intervento alla caviglia, altri due al naso e ora due costole incrinate. Grinta e spirito non si comprano al mercato: il nazionale peruviano e i suoi gol sono mancati terribilmente a questa squadra. 241 minuti giocati sono una miseria. 7 presenze, 1 rete. VOTO: n.g. 

LUVUMBO. Il giovane angolano aveva iniziato molto bene la stagione, attirando consensi per il suo repertorio “elettrico” a danno delle difese avversarie. Si è poi gradualmente smarrito, ripiombando in alcune giocate egoistiche e con il paraocchi, per la disperazione di Ranieri, compagni e tifosi. Resta la munizione più imprevedibile dell’attacco rossoblù: ora giocherà la Coppa d’Africa. Poi dovrà necessariamente cambiare passo, però nella direzione giusta. 17 presenze, 3 reti. VOTO: 6.

ORISTANIO. Alla prima vera esperienza italiana dopo il biennio olandese, Oristanio ha mostrato qualità molto interessanti. Velocità, dribbling, personalità, sinistro caldo, spirito di sacrificio. Schierato in varie posizioni: esterno, trequartista o punta in appoggio, ha acciuffato il pari a Lecce con una zampata da attaccante consumato. A volte sembra predicare nel deserto, un vero peccato. 18 presenze, 2 reti. VOTO: 6,5.

PAVOLETTI. Eccolo, il vecchio leone dei gol importanti. Nonostante gli acciacchi, la carta d’identità e l’utilizzo a singhiozzo, il livornese è il capocannoniere del Cagliari in questo campionato con 512 minuti giocati. Ormai cagliaritano acquisito, cercherà di regalare altre prodezze decisive per la salvezza rossoblù. Già restare lontano dall’infermeria sarà un grande successo. 13 presenze, 4 reti. VOTO: 6,5.

PEREIRO. Ufficialmente ritenuto out dal progetto tecnico già dall’estate, di rientro dal non esaltante prestito in patria, non ha mai messo piede in campo in questo campionato. Papà Capozucca lo ha chiamato alla Ternana, dove cercherà di rifiorire puntando su un utilizzo continuativo. Dispiace umanamente per il ragazzo, però è ormai palese che il Cagliari abbia sbagliato acquisto 4 anni fa. Lo ha detto il campo, lo hanno detto i mancati utilizzi da parte di tutti gli allenatori (sporadiche eccezioni a parte). 0 presenze. VOTO: n.g. 

PETAGNA. L’operazione rilancio non è andata a buon fine. Il possente attaccante ha avuto problemi di condizione dall’arrivo, impiegando diverse settimane per rimettersi. Sa bene come difendere palla, far salire la squadra, giocare di sponda, con notevole senso del sacrificio. Ma non segna, e per una squadra che deve salvarsi questo è un grande problema. 13 presenze. VOTO: 5. 

SHOMURODOV. Una delle delusioni più cocenti della prima metà stagionale. Nelle intenzioni di Ranieri doveva rappresentare un jolly offensivo fisico ma rapido, capace di giostrare in mezzo come da seconda punta. L’uzbeko non è stato nulla di tutto questo, 2 assist a parte. Nuovamente infortunato, sembra difficile possa restare fino a giugno e concludere il prestito in Sardegna. 11 presenze. VOTO: 4,5.

Subscribe
Notificami
guest

24 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Come spiegato da mister Ranieri in conferenza stampa, il numero 10 aveva bisogno di riposo...
Le ultime informazioni disponibili sui probabili undici di Cagliari-Napoli: problemi di infermeria per Ranieri, Di...
Il match di domenica all'Unipol Domus tra Cagliari e Napoli offre uno spunto inaspettato: Adam...

Dal Network

Al Maradona i campioni d’Italia del nuovo tecnico Calzona subiscono il gol di Lewandoski, poi...
Ottima direzione di gara dell'arbitro: vede bene sui rigori richiesti da entrambe le parti e...
Allo Stirpe la sfida tra due ex compagni di squadra oggi allenatori Di Francesco-De Rossi,...
Calcio Casteddu