cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Penna in trasferta – De Pandis (Calciolecce): “Partita tosta. In palio punti pesanti”

Il collega della testata salentina ci presenta l’avversario del Cagliari in vista dell’importante match odierno in programma alle 18

Prima del fischio d’inizio, fissato per le 18, Lecce-Cagliari non può ancora considerarsi uno scontro diretto. Lo sarà, soprattutto in caso di vittoria dei rossoblù, in caso di vittoria (che manca da 12 anni), perchè il divario in classifica si ridurrà da -6 a -3. Prima, la partita valida per l’ultima giornata del girone d’andata della Serie A 2023/2024, va ovviamente giocata. Per capire cosa ci si aspetta in casa salentina stasera, abbiamo sentito il collega di Calciolecce.it Gabriele De Pandis. Ecco come ha risposto alle nostre domande:

Come vedi il Cagliari in questo campionato?“
“Una squadra che ha deciso di approcciarsi alla Serie A con molte scommesse, come d’altronde anche il Lecce. Come affermato giovedì in conferenza stampa da Ranieri, ormai sono poche le società che possono garantirsi giocatori costosi e sulla carta già di sicuro affidamento nella massima serie. La voglia di far bene di debuttanti come Dossena, Prati, Azzi ed altri, capeggiati ovviamente dal talento di Luvumbo, però potrà mixarsi con la paura quando, nel girone di ritorno, il pallone inizierà a scottare negli scontri salvezza. A questo punto, sarà importante il contributo degli esperti, penso a Nandez, e degli attaccanti come Lapadula, Petagna e Pavoletti, a cui, in gruppo indipendentemente dallo score individuale, va chiesta almeno la doppia cifra”

Ranieri è certamente un valore aggiunto per il Cagliari. Basterà?
“Potrebbe non essere sufficiente nell’economia della partita di domani, ma, a lungo andare, visti anche i problemi che caratterizzano la quotidianità di altre squadre impegnate nella lotta per non retrocedere, la sua esperienza sarà fondamentale in snodi focali del girone di ritorno. La gestione del gruppo e dei momenti difficili, a partire dalla vigilia di quest’impegno, però potrebbe portare a dei punti di svolta come già successo l’anno scorso dopo lo storico ritorno seguito alla gestione Liverani”.

Il Lecce ha dimostrato di essere ben amalgamato. Ottimo lavoro da parte di D’Aversa“
Il tecnico si sta riscattando al meglio sul piano personale dopo un anno e mezzo fuori dai radar. Corvino ha sfruttato il desiderio di rivalsa del pescarese per ovviare al saluto di Baroni e l’allenatore sta lavorando bene sull’intensità e la fiducia dei suoi ragazzi. Rispetto all’anno scorso, i salentini si prendono dei rischi in più e tendono a giocare uno contro uno anche contro avversari più quotati. Sul piano della prestazione, quest’anno, il Lecce ha sbagliato solo uno spezzone della partita contro il Napoli, affondando fino allo 0-4”.

Chi può essere l’uomo decisivo del match in casa Lecce?
Dico Wladimiro Falcone. Quest’anno, si sta confermando ad alti livelli in Serie A e, nei finali in cui la squadra è andata in apnea, le sue parate hanno letteralmente trasformato delle sconfitte in pareggi. In più, col Bologna, è stato proprio lui a propiziare il rigore realizzato da Piccoli. Anche l’attaccante di proprietà dell’Atalanta sta attraversando un momento positivo. A Lecce, Piccoli ha trovato una continuità e un calore che in carriera, nonostante la giovane età, è mancata in altre piazze”

Quale potrebbe essere la probabile formazione?
“L’emergenza difensiva preoccupa D’Aversa. Marin Pongracic si è allenato a parte per lombalgia ed è difficile immaginare un suo contributo al cento percento. Con Touba in coppa d’Africa al pari di Banda e Rafia, davanti a Falcone, la cerniera difensiva al centro sarà composta da Baschirotto e dall’adattato Blin. Sulle corsie, poi, Gendrey e Gallo, quest’ultimo più costante rispetto al talento grezzo Dorgu, l’ennesimo prospetto di Pantaleo Corvino. In mediana, Ramadani play e Kaba-Gonzalez mezzali. Le ali Strefezza e Oudin, il cui posizionamento dipenderà dall’impronta degli attacchi di D’Aversa, competeranno il tridente con Piccoli, chiamato alla staffetta con Krstovic al centro dell’attacco. Sansone è ancora in differenziato”.

Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Uno sguardo a tutte le statistiche del match tra Cagliari e Napoli, per comprendere meglio...

Game over alla Unipol Domus: i padroni di casa la riprendono grazie ad una rete...

Ora tocca a voi valutare la prova dei rossoblù all'Unipol Domus...
Calcio Casteddu