cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Lecce-Cagliari 1-1, le pagelle di CalcioCasteddu: Oristanio tiene a galla tutti

Le nostre valutazione dopo la sfida del Via del Mare

Il Cagliari pareggia 1-1 contro il Lecce. Le nostre pagelle:

SCUFFET 6: Incolpevole sul gol, trasmette sicurezza e salva con una bella uscita l’ennesimo cross pericoloso diretto sul secondo palo.

DOSSENA 6: Perché stesse marcando Makoumbou sul gol di Gendrey rimarrà un mistero. Per il resto non gioca male, anzi, e si dimostra attento in diverse situazioni critiche.

GOLDANIGA 5,5: Manca di cattiveria in qualche occasione, a livello fisico non riesce a imporsi sugli attaccanti salentini.

AUGELLO 5: Gendrey gli salta in testa. Pensate, prima di oggi il francese aveva zero gol in cinque anni di professionismo. In ogni caso Augello era solo contro tre avversari sul secondo palo, colpe da condividere. Ricapita la stessa cosa al 37′ e al 57′ ma il Cagliari è più fortunato. Peccato, perché per il resto non se la cava male in entrambe le fasi.

ZAPPA 5: Impalpabile, riesce a far sembrare Gallo il nuovo Marcelo. Poi Ranieri nel finale gli mette davanti Di Pardo per aumentare la protezione evitando problemi.

NANDEZ 5,5: Alterna cose buone ad altre veramente brutte, tipo i cross. Il cuore ce lo mette sempre, ma spesso manca la lucidità nella giocata.

PRATI 5,5: Giocate lente, la palla in verticale fatica a viaggiare, sempre timido quando si tratta di metterci la gamba. Poi cambia tutto a metà ripresa, dove prende coraggio e diventa uno dei migliori in campo. Ma 2/3 di gara buttati.

MAKOUMBOU 6: Il Lecce a centrocampo passa troppo facilmente per gran parte della partita, ma regge lui la baracca in mediana. Rischia grosso con una leggerezza nel finale. (89′ DEIOLA sv)

VIOLA 5: Il momento magico è finito, anche sui piazzati. Gara anonima.

ORISTANIO 6,5: L’unico a metterci davvero pepe nella manovra. Ci prova in ogni modo e alla fine trava la rete. Esce stremato. (85′ DI PARDO sv)

PETAGNA 6: Quando protegge palla e smista si vede tutta la sua qualità. Porta su la squadra nel momento più critico. Peccato che la porta non riesca proprio ancora a vederla, ma prova ampiamente sufficiente

RANIERI 6: Primo tempo brutto, poi decide di non toccare nulla. Alla fine il campo gli da ragione e la squadra cresce nel secondo tempo fino a rischiare di vincerla. La gestione dei cambi è sempre controversa, qualche volta incomprensibile, ma poi alla fine ci vede sempre più lungo di tutti.

 

Subscribe
Notificami
guest

24 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Dal Network

Al Maradona i campioni d’Italia del nuovo tecnico Calzona subiscono il gol di Lewandoski, poi...
Ottima direzione di gara dell'arbitro: vede bene sui rigori richiesti da entrambe le parti e...
Allo Stirpe la sfida tra due ex compagni di squadra oggi allenatori Di Francesco-De Rossi,...
Calcio Casteddu