cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Ranieri: “Lapadula e Mancosu stanno bene. La testa dei ragazzi è carica”

Il tecnico rossoblù Claudio Ranieri presenta Cagliari-Bari in conferenza stampa all’Unipol Domus

Dal nostro inviato

Ci vorrà grande determinazione e volontà: ci giochiamo una stagione e abbiamo dietro di noi un popolo, un’Isola. Avremmo riempito il Sant’Elia, mi auguro che il nuovo stadio venga fatto. C’è bisogno di tante altre cose, è vero: ma lo stadio serve. I romani dicevano che i giochi sono importanti per allietare i popoli“.

Lapadula sta bene, oggi lo preservo ma giovedì ci sarà“.

L’assenza di Dossena non credo sia un’assenza pesante: chi dovesse sostituirlo, sono certo che farà bene“.

La testa dei ragazzi è carica. Bisogna spingere sui recuperi fisici: si guarda l’alimentazione, il sonno, tutti aspetti che non si vedono ma su cui si lavora“.

Sappiamo che almeno una delle due gare la dobbiamo vincere. Quando sono arrivato ho cercato di suonare la carica, cercando di spingere i ragazzi da agonista quale sono io“.

Da giocatore e da allenatore ho sempre pensato che tutti gli elementi in rosa sarebbero serviti, prima o poi. Bisogna farsi trovare sempre pronti, con spirito di sacrificio. Guardate ad esempio Viola: è sempre stato un martello, allenandosi con fede e costanza. Poi io devo pure tenere conto che si creano certe sinergie naturali in campo. Valuto anche questi aspetti“.

Vedo un bel Bari compatto, quadrato. Ha pochi punti deboli. Non era facile venire a capo di una squadra ostica come il Südtirol. Sono in salute, ma stiamo bene anche noi: e lo dico rispettando i nostri avversari“.

Mancosu sta bene e ha le stesse possibilità degli altri suoi compagni. Ho un gruppo coeso, oserei dire una famiglia. Nessuno si doveva permettere di riprendere un altro compagno: quello restava esclusivamente un compito del sottoscritto. Accettati solo incoraggiamenti“.

Nández è un trascinatore, ma non l’unico. Quando i giocatori ripetono il mantra del tecnico, la direzione è quella giusta. Luvumbo ha qualità innate. Il giorno che diventerà più riflessivo ed esperto (non dimentichiamoci che ha 21 anni), acquisirà lo status di mina vagante per qualsiasi avversario“.

Cagliari mi ha dato ciò che aspettavo: comprensione, tanto amore. Ma io ripeto a tutti: non abbiamo fatto ancora nulla. Abbiamo un solo modo per ripagare i nostri tifosi: giocare con il cuore, per uscire sempre dal campo a testa alta“.

 

Subscribe
Notificami
guest

94 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Un saluto dalla redazione di CalcioCasteddu: iniziamo come di consueto con le prime pagine dei...
Avete perso una news o un approfondimento sul Cagliari? Date uno sguardo al nostro riepilogo,...

Dal Network

Lo scontro diretto termina a favore dei pugliesi. In apertura di gara annullato a Cerri...
Dopo l’intervista nel post partita dei biancocelesti vittoriosi 4-1 alla cenerentola Salernitana del giocatore, interviene...
La società giallorossa ha messo in vendita i biglietti dei posti “a ridotta visibilità” di...

Altre notizie

Calcio Casteddu