Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Ranieri: “Sensazioni positive dal gruppo, conterà solo vincere”

Meno di 24 ore alla sfida che segnerà il ritorno del tecnico romano sulla panchina rossoblù. Ecco le sue parole su quelli che saranno i temi della gara con i lariani

“Le sensazioni che mi hanno dato i ragazzi sono positive. Il lavoro quando c’è un cambio d’allenatore con diversa mentalità serve a migliorare gradualmente. Ci sarà lo stadio pieno e mi fa enormemente piacere. Ho bisogno del pubblico che ci deve spingere, ci deve essere la serenità di poter rischiare sentendo l’affetto del pubblico. Vorrei anche giocare male ma vincere, dobbiamo fare punti. Sfidiamo la seconda squadra per occasioni create, nelle ultime 8 partite ha fatto qualcosa come 131 contropiedi, dobbiamo essere molto intelligenti e attenti”.

“Il gruppo ha lavorato bene, per cui l’impressione è stata ottima. Sarà una partita molto tattica, a me va bene anche vincere 1-0, lo stesso risultato che il Cagliari fece con l’ultimo gol di Gigi Riva proprio contro il Como”.

“Domani non sarà una giornata come tutte le altre. La squadra? Gli allenamenti sono una cosa, le partite sono un’altra. Non posso pretendere che abbiano capito tutto ciò che voglio ma quelle due-tre cose devono metterle sul campo”.

“Il sistema di gioco? Devo valutare bene, di solito decido la sera prima. Questa squadra è abituata al rombo a centrocampo, non è detto che adotterò il 4-4-2. In una squadra ci sono tanti leader, Pavoletti sarà uno di questi, vorrei 25 leader a disposizione della squadra”.

“Nandez è un valore aggiunto, l’ho visto super motivato. Quando affrontavo il Cagliari era una spina nel fianco. I ragazzi hanno sofferto la discesa di categoria, la B non aspetta. Qui devi dettare legge e stare attento al contropiede. Nahitan se devo valutarlo direi super”.

“Rog? Verrà con me e poi deciderò”.

“Nainggolan? Se lui vuole venire e ha la mentalità di calarsi come l’ho avuta io sarà ben accetto. Stiamo sempre in comunicazione col direttore sportivo e le valutazioni di mercato le facciamo inter nos”.

“Luvumbo? Può giocare sia da attaccante puro che da esterno. Deve essere più veloce nel pensiero, nelle gare che ho visto deve far capire quando crossa ai suoi compagni”.

“Pereiro ha qualità eccelse, deve sveltire il pensiero e cercheremo di migliorarlo”.

“Nuovo stadio? Ho debuttato all’Amsicora, poi ho giocato al Sant’Elia, poi all’Unipol Domus e mi piacerebbe giocare nel nuovo stadio, quello dell’Europeo 2032 è un treno che dobbiamo prendere”.

 

18 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

18 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News