cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Gli ingegneri dell’Università di Cagliari testano Luvumbo, Carboni e Rog

Il gruppo del laboratorio di Biomeccanica ed ergonomia industriale guidato da Massimiliano Pau e Bruno Leban ha studiato la rosa del club sardo

SCIENZA E SPORT. Valutazioni avanzate su forza esplosiva e controllo posturale con sistemi utilizzati anche da Milan, Juve e al Centro tecnico Figc a Coverciano. Prosegue con successo il lavoro del laboratorio di Biomeccanica ed ergonomia industriale che fa capo al dipartimento di Ingegneria meccanica, chimica e dei materiali (Dimcm). I ricercatori dell’Università di Cagliari hanno infatti concluso nei giorni scorsi una batteria di valutazioni biomeccaniche che ha visto coinvolti alcuni giocatori del Cagliari Calcio. Il team è guidato dagli specialisti Massimiliano Pau e Bruno Leban. Alle ricerche collaborano i bioingegneri Micaela Porta, Federico Arippa, Giulia Casu, Erika Carrucciu e Martina Senserini.

Il rapporto tra il Cagliari e il laboratorio di Biomeccanica ed ergonomia industriale risale al 2014. Di recente, l’intesa è stata consolidata con la firma di una convenzione con il Dimcm, presieduto da Antonio Baldi . Oltre alla collaborazione scientifica la convenzione prevede la possibilità per gli studenti dell’Università di Cagliari di effettuare tirocini e tesi di laurea su tematiche di comune interesse. “Le attività condotte negli ultimi anni, oltre ad una serie di dati biomeccanici rilevanti per la valutazione delle prestazioni dei calciatori della società, hanno prodotto anche interessanti risultati scientifici che sono stati pubblicati su riviste specializzate del settore” spiega il professor Pau .

Tra i testati anche i calciatori Marko Rog, Zito Luvumbo e Franco Carboni. Lo scorso 21 settembre, approfittando della sosta dei campionati per gli impegni della Nazionale, con la supervisione dei professori Pau e Leban, gli ingegneri biomeccanici hanno sottoposto i calciatori a una serie di valutazioni su forza esplosiva e controllo posturale in condizioni statiche e dinamiche. “Per i test abbiamo impiegato sistemi avanzati di Motion capture, indicati per lo studio del movimento umano, analoghi a quelli utilizzati al Centro tecnico della Federcalcio a Coverciano. Test e valutazioni identiche a quelle effettuate anche da squadre di serie A, tra queste, Milan e Juventus” dice il professor Leban .

“I risultati ottenuti costituiranno un’importante base dati per la valutazione dello stato di forma dei giocatori durante la stagione. E forniranno ai tecnici indicazioni utili sia in chiave di prevenzione infortuni, sia per quanto concerne la strutturazione degli interventi di preparazione fisica” aggiunge Massimiliano Pau . Un supporto di alto pregio, innovativo e traducibile in riferimenti scientifici particolarmente utili alla quotidianità operativa di un club professionistico. Ma non è tutto. La convenzione tra UniCa e Cagliari contiene una serie di passaggi. Tra questi, la collaborazione tra ricercatori e club, dopo una specifica intesa definita con lo staff tecnico al timone della prima squadra, prevede la ripetizione delle misure nel corso della stagione.

Subscribe
Notificami
guest

20 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Mesto addio al massimo campionato per l'ex giocatore del Cagliari...
Il Cagliari riprenderà oggi la preparazione in vista della sfida del Ferraris lunedì prossimo...

Dal Network

L'ex campione del mondo da giocatore con l'Italia nel 2006, prende il posto dell'esonerato in...
La squadra di Juric, squalificato e sostituito da Paro in panchina, e quella di Di...

Altre notizie

Calcio Casteddu