Resta in contatto

News

Brugnera, il “piccolo Di Stéfano” omaggiato in Brasile

Il Cagliari ha avuto diversi giocatori fondamentali per le proprie fortune, ma che per vari motivi non hanno ottenuto il giusto riconoscimento: Mario Brugnera, eroe tricolore ’70, è stato uno di questi

QUALITÀ. Mario Brugnera è stato uno dei giocatori dal miglior tasso tecnico complessivo nella storia del Cagliari. Un campione che ha percorso la sua carriera come un gambero: partito centravanti, è diventato mezzala di spessore fino alla chiusura come libero, con la fascia di capitano al braccio. Un calciatore di qualità, forse non sufficientemente valorizzato, che è stato ricordato nelle scorse ore da un importante portale sul calcio brasiliano e internazionale. Parliamo di Calciopédia.

IL PICCOLO DI STÉFANO. Gli inizi della Fiorentina con il numero 9 sulle spalle, da centravanti atipico dotato di grandi colpi e capigliatura già rada: per questo, agli inizi della carriera, Brugnera fu soprannominato “il piccolo Di Stéfano” come il campionissimo del Real Madrid. A Cagliari contribuì da protagonista allo scudetto 1970, saltando sul treno tricolore quando si fece male Tomasini. Scopigno inserì Brugnera a centrocampo, arretrando Cera a libero. Un’intuizione di cui avrebbe beneficiato pure la Nazionale di Valcareggi.

L’AZZURRO MANCATO. Proprio la maglia azzurra, quella della rappresentativa maggiore, costituisce il maggior cruccio nella carriera di Mario Brugnera. Il quale fu inserito dal commissario tecnico nella lista dei 40 “azzurrabili” per Messico ’70. Purtroppo poi non se ne fece nulla. Ma lo avrebbe meritato, eccome, al pari dei sei compagni di squadra cagliaritani che difesero i nostri colori alla Rimet. Pazienza: si sarebbe cucito addosso il rosso e il blu del Cagliari, società per cui è sceso in campo oltre 400 volte in gare ufficiali. Un campione, nella galleria degli immortali del club isolano.

 

54 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
54 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Cagliari-Venezia: i tifosi hanno scelto la loro formazione

Ultimo commento: "Modulo più adatto con l'abbondanza di centrocampisti che abbiamo, più geometrie di gioco verso gli attaccanti. Se funziona il filtro del..."

(SONDAGGIO) Che voto date al mercato del Cagliari?

Ultimo commento: "3- Un mercato orientato al massimo guadagno senza guardare assolutamente alle esigenze della squadra, comprando giocatori a fine carriera o giovani..."

Luvumbo titolare o “super-sub”? Avete votato così

Ultimo commento: "Sempre dal primo minuto, Zito è in una forma straordinaria, ha classe e verve del vent'enne. Lui e Mokoumbu, sempre dal primo minuto, coadiuvati da..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News