Resta in contatto

News

Coppa Italia: l’Inter suda e batte solo ai supplementari 3-2 l’Empoli. Decisivo Sensi promesso alla Sampdoria

Cinque gol e risultato incerto per oltre 120’ a San Siro tra due squadre che non si sono certamente risparmiare

La bellezza o la stranezza (decidete voi) del calcio è anche un gol segnato da un giocatore che andrà in prestito in un’altra squadra. Come il 3-2 di Sensi ai supplementari, che ha permesso all’Inter di accedere ai quarti di Coppa Italia eliminando un ottimo Empoli.

IL MATCH. Inzaghi perde subito Correa per infortunio al 3’ per un problema muscolare, dopo uno scontro fortuito di gioco con Romagnoli. Dieci minuti dopo in rete di testa Sanchez, su assist di Dumfries. Cerca di reagire l’undici toscano, che sta disputando un ottimo campionato, ma offre ai padroni di casa ampio terreno per le sgroppate. In una di queste (20’) Dumfries per poco non raddoppia. Nove minuti dopo Furlan, sostituto tra i pali di Vicario, si oppone due volte in pochi secondi su Martinez al tiro prima col sinistro e poi col destro. Quindi nel finale di tempo (45’) Stulac su punizione crea qualche apprensione alla porta difesa stasera da Radu.

Nel secondo tempo si assiste al mancato raddoppio (2’) di Ranocchia di testa. Poi la gara gira decisamente. Bajrami (poco fortunato al 5’) stoppa, controlla la sfera in area, e poi con un gran tiro insacca. D’Ambrosio sfiora il 2-1 al 24’. Il Var dice che non è rigore per l’Empoli il tocco col braccio (attaccato al corpo al 29’), quindi Radu si oppone a Cutrone, 30’, ma nulla può un minuto dopo quando vede il tiro dell’ex Fiorentina, sbattere sulla traversa e poi il pallone carambola sul suo tacco. L’Inter si getta con rabbia in area avversaria, facendo saltare tutti gli schemi e al 45’ pareggia con un gran gol di Ranocchia in mezza rovesciata. Sanchez segna il 3-2 al 48’, ma gol annullato per fuorigioco.

Si vai ai supplementari. Al 13’ del primo tempo brivido per Furlan sulla zuccata di Dzeko, poi allontana Romagnoli. Che un minuto dopo sbaglia e regala a Sensi (che andrà in prestito alla Sampdoria) il pallone per siglare il 3-2.  Nei restanti minuti, ripresa compresa, il risultato non cambia più. Vince l’Inter, ma ancora una voltasi è visto in campo un eccellente Empoli.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News