Resta in contatto

Approfondimenti

La pazienza di Giulini che finì: il ko col Torino a febbraio costò la panchina a Di Francesco

Il tecnico abruzzese, che si vide qualche settimana prima rinnovare la fiducia della società nonostante un momento difficile, venne sollevato dall’incarico

Un momento difficile, che si protraeva da tempo. Nonostante una fiducia, con un rinnovo del contratto dopo la sconfitta a Massari col Genoa. Ma il ko, rimediato dal suo Cagliari la sera del 19 febbraio col Torino, per Eusebio Di Francesco fu la parola fine alla sua avventura in panchina, con tanto di comunicato ufficiale: “Il Cagliari Calcio comunica di aver sollevato Eusebio Di Francesco dall’incarico di allenatore della prima squadra. Contestualmente viene interrotto il rapporto di lavoro con il vice allenatore Francesco Calzona, i collaboratori tecnici Stefano Romano e Giancarlo Marini, il preparatore atletico Nicandro Vizoco e lo psicologo Gianmaria Palumbo. A tutti vanno i sinceri ringraziamenti del Club per l’attività sin qui svolta con particolare dedizione, impegno e professionalità“.

UN PROGETTO SALVATO IN EXTREMIS. Al suo arrivo in rossoblù Giulini puntò tanto, anche dal punto vista economico: un biennale da 1.8 milioni di euro più bonus a stagione parte sinistra della classifica e obiettivo zona Europa. Premesse, che invece non sono state tramutate in realtà. Di Francesco ha trovato tante difficoltà, ma fino alla sera del 19 febbraio. Perché, dopo lo 0-1con i granata di Nicola, è arrivato l’esonero per far posto a Semplici che alla fine ha raggiunto l’obiettivo della permanenza in Serie A. Che, per il Cagliari Calcio, significa vincere lo Scudetto virtuale (dopo quello reale della stagione ’69/70) reale.

 

19 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
19 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Lapadula e Pavoletti, staffetta o devono giocare insieme?

Ultimo commento: "Ne uno ne l' altro. Secondo me non deve giocare dall' inizio ne uno ne l' altro. farei giocare Pereiro come falso nove, Desogus e Luvumbo larghi. Poi..."

Poca affidabilità dietro, per i lettori di CalcioCasteddu servono rinforzi

Ultimo commento: "Se Briatore prendesse il Cagliari non sarebbe male… ci pensasse seriamente."

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Allenatore non all'altezza ... come capita sempre del resto nelle scelte di Giulini"

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "Giulini drogato, Capozucca il suo pusher"

Difesa ballerina, serve tempo a Liverani o è necessario andare sul mercato?

Ultimo commento: "Tu ti sei già abituato al mestolo di Giulio, continua a lucidarglielo per bene, mi raccomando."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti