Resta in contatto

News

Bufera sulla Juventus, movimenti sospetti per 282 milioni

Continuano a emergere nuovi particolari dall’inchiesta denominata Prisma e che vede il club bianconero nell’occhio del ciclone

TERREMOTO. Una “gestione malsana delle plusvalenze”, utilizzate “quale autentico strumento salva bilanci, cioè in modo distorto”. Lo scrivono i magistrati della Procura di Torino nelle carte riguardanti l’inchiesta denominata “Prisma” e che vede passare al setaccio diverse plusvalenze negli esercizi 2018-19, 2019-20 e 2020-21 per complessivi 322,7 milioni, 282 dei quali sotto indagine. Al centro del sistema c’è la Juventus a cui vengono contestate, come riporta il Corriere dello Sport dalle carte in mano ai Pm, “operazioni cosiddette a specchio, poste in essere, anche nei confronti di controparti ricorrenti, mediante uno scambio contestuale di calciatori, ottenendo così operazioni a somma zero tra le parti”.

IL MECCANISMO. Grazie a questo tipo di operazioni la società di Andrea Agnelli e gli altri club coinvolti nei trasferimenti producevano “assenza di movimento finanziario e presenza di un duplice effetto positivo sui bilanci”. La Procura porta anche degli esempi, a cominciare dall’ex Marsiglia Marley Aké, acquistato dalla Juve per 8 milioni, e Franco Tongya ceduto al club francese per la stessa cifra. Si cita poi l’acquisto dal Barcellona di Alejandro Marques per 8,2 milioni e la cessione ai blaugrana di Matheus Pereira per 8 milioni. E poi l’affare Rovella con il Genoa preso per 18 milioni con contestuale cessione ai liguri di Manolo Portanova per 10 milioni e di Elia Petrelli per 8 milioni. Infine “numerose operazioni di cessione riguardanti giovani calciatori (appartenenti alla Juventus Under 23) con corrispettivi rilevanti e fuori range rispetto ai calciatori di medesimo livello e categoria”.

RISCHI. Come riportato da La Gazzetta dello Sport, la Juventus rischia grosso. Nella migliore delle ipotesi potrebbe cavarsela con un’ammenda, ma si può arrivare anche alla maxi stangata, fino all’esclusione dal campionato. Tutto dipenderà dalle prove che emergeranno a carico del club bianconero e della “gestione Paratici” vero fulcro dell’indagine.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini o un altro l'importante è che vada via GIULINI"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "A me piacerebbe Zanetti e in d.s. in gamba e Giuliani che li facesse lavorare in pace"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News