Resta in contatto

News

Serie C Girone B. Olbia, che beffa al 90’: il Siena vince 3-2

Dopo un primo tempo con qualche occasione, la gara si accende nella ripresa con cinque reti segnate complessivamente

All’Artemio Franchi, impianto che porta l’omonimo nome di quello di Firenze, l’Olbia lotta ma alla fine perde 3-2 col Siena. Prova gagliarda e sfortunata dei sardi, mai domi nonostante lo 0-2 accusato a inizio ripresa.

IL MATCH. Debutto stagionale tra i pali per Van der Want, al posto di Ciocci out per un fastidio accusato ad un ginocchio. Il portiere olandese (all’Olbia dal 2017) non è impegnato in avvio . Al 7’ super parata d’istinto di Lanni, che evita lo 0-1 sulla conclusione di tacco fatta partire da Ragatzu. Brivido al quarto d’ora quando, il tiro di Varela viene deviato in maniera provvidenziale da Emerson e si alza di poco oltre l’incrocio dei pali. Il brasiliano si ripete al 22’ sul colpo di testa a due passi dalla porta da parte di Terigi, intervenendo sulla linea di porta, dopo l’errore di valutazione di Van der Want in uscita. Al 28’ I toscani ringraziano il loro portiere, il quale in tuffo respinge in angolo una conclusione velenosa su punizione. Otto minuti più tardi riscatto di Van der Want, che si oppone mandando la botta di Caccavallo in corner.

Al 4’ del secondo tempo Disanto porta avanti il Siena con un diagonale. Nella circostanza purtroppo non certo impeccabile Pisano. I toscani sfruttano il momento e raddoppiano tre minuti dopo con Caccavalo, fortunato nel vedersi deviata la conclusione da una deviazione di Emerson. L’Olbia, seppur tramortita dall’1-2 cerca di restare in partita e accorcia al 13’. Azione che nasce dall’angolo battuto da Giandonato, con palla per Brignani che di testa insacca. Canzi non la vuole ovviamente perdere. Per farlo si affida al rientrante, dopo la squalifica Udoh, che prende il posto al 17’ di Mancini e Giuseppe Pinna che rileva Pisano. E l’ingresso di Udoh regala il pareggio ai bianchi (23’) con uno scatto vincente sul filo del fuorigioco, a battere Lanni con un tocco ad anticiparlo sul pallone servito da Giandonato.

Tutto aperto in vista di un finale che può presentare ancore sorpresa. Dentro Palesi, al posto (26’) di un positivo Biancu. A 10’ dalla fine in campo per gli uomini di Maddaloni si affidano al sardo di Villamassargia, Guberti. Un minuto dopo Van der Want nega il terzo gol ai locali, con una grande parata su Caccavallo che calcia a botta sicura. 41’: La Rosa atterrato in area da Terzi, ma per il direttore di gara si prosegue. Situazione che irrita i galluresi in campo. Nella circostanza espulso un collaboratore di Canzi in panchina. La beffa si consuma al 45’: Guberti imbecca in area Karlsson, il cui tocco decisivo segna il gol vittoria senese.Peccasto perchè (44′) Lanni evitava il 2-2 su Emerson, poi di testa La Rosa si trova strozzata la gioia del 3-3 dal salvataggio in extremis della difesa. Sabato prossimo altra trasferta per i bianchi, al Bonolis contro il Teramo.

NEL DOPOGARA LA RABBIA DEL DS TATTI. “È evidente che ci sono delusione e rammarico per come è andata la partita. Siamo arrabbiati, inutile girarci intorno. Dopo un primo tempo ordinato e attento nel quale abbiamo saputo far fronte, senza sofferenze, alla loro pericolosità nell’uno contro uno, siamo partiti male nella ripresa, ma poi abbiamo avuto la forza e la bravura di tornare in partita. Ognuno fa le proprie valutazioni, ma a pesare sul risultato finale sono stati l’episodio del rigore non concesso per fallo netto su Occhioni e la rete del 3-2 sulla quale sembra evidente la posizione irregolare dell’attaccante. Detto questo, dobbiamo riflettere sugli errori che ci hanno portato a subire due reti non appena siamo rientrati dagli spogliatoi. È chiaro che il numero delle reti subite da questa squadra è eccessivo. Il mister e lo staff ne sono consapevoli“.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Questo sondaggio in questo complicatissimo momento lo vedo veramente utile....dovremmo fare propaganda parlando solo ed esclusivamente della partita..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini comunque vada un tecnico giovane bravo e con tanta voglia di fare bene sia in A o B e col cuore ROSSOBLU"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News