Resta in contatto

News

Serie C Girone B. Biancu illude, poi la rimonta: Olbia ko 2-1 in casa della Lucchese

Al Porta Elisa i bianchi se la giocano poi nella ripresa soffrono troppo e subiscono la sconfitta nonostante l’arrembaggio finale

Battuta d’arresto per l’Olbia. Lontano dal Nespoli arriva la seconda sconfitta per i bianchi. Che, dopo la sconfitta in casa dell’Ancona Matelica, cadono 2-1 in rimonta sul campo della Lucchese al termine di un match che ha visto i bianchi giocare meglio in avvio che dopo il pareggio avversario.

IL MATCH. Si gioca senza paura reverenziale, da una parte e dall’altra. Al 22’ rasoiata col piede sinistro di Biancu da fuori area e palla in rete. Insistono i galluresi, galvanizzati dalla rete, giocando anche sul fatto che i toscani sono poco pungenti in avanti. Al 29’ però Ciocci si oppone al sinistro calciato da Nannini, dopo aver scambiato con Semprini. Gioco aggressivo nella parte finale della prima frazione, specie a metà campo, con tanti spezzettamenti. Squadre al riposo dopo 1’ di recupero, nel secondo dei quali i padroni di casa reclamano un rigore. Tutto regolare per l’arbitro Gigliotti di Cosenza.

Al rientro in campo Canzi lascia negli spogliatoi Lella e inserisce Palesi, che ha visto ridursi venerdì la sua squalifica e quindi è potuto tornare in campo stasera. Spinge la Lucchese, che vuole il pareggio, che ottiene al 22’ con Semprini: destro che supera Ciocci e va ad insaccarsi all’angolino. Sette minuti dopo botta da fuori di Giandonato, respinta di Coletta e da pochi passi Udoh devia la sfera sopra la traversa da pochi passi. Purtroppo al 33’ Nanni (imbeccato)  con la punta del piede destro insacca e porta a compimento il ribaltamento del punteggio. Ora è l’Olbia a portarsi in avanti a cercare il 2-2. Al 37’ esce a vuoto Coletta, Emerson calcia, Baldan respinge l’insidia. Nanni sfiora invece il 3-1 al 42’. Nei 5’ di recupero i bianchi non trovano il pareggio, nonostante la doppia chance con Udoh al 49′ e al 50′.

IL RAMMARICO DI CANZI. “Direi che l’Olbia ha giocato due partite differenti. Nel primo tempo –  dice il tecnico, nelle parole riportate dal sito ufficiale – ho visto la squadra che vorrei vedere sempre, nella ripresa decisamente no. Ma sappiamo su cosa dobbiamo lavorare. Gli avversari hanno avuto il merito di restare sempre in partita. La Lucchese ha un buon organico e l’ha dimostrato, ma in generale questo è un girone dal quale dobbiamo aspettarci sempre grande equilibrio. Abbiamo pagato qualcosa anche a livello fisico, i campi obbligati probabilmente hanno influito“.  Otto gol subiti in quattro partite sono un campanello d’allarme? “Stiamo subendo reti sempre in maniera diversa ed è un periodo della stagione che sta girando in questa maniera, ma è indubbio che dobbiamo e possiamo fare meglio di così“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "sono anni che lo dico, uno capace a prendere morti e strapagarli, e svendere giovani ....vai in pensioneeeee!!"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News