Resta in contatto

Approfondimenti

Serie A, il punto. Il Cagliari verso una discesa senza freni mentre le avversarie guadagnano punti

La sconfitta interna contro l’Hellas Verona accentua le difficoltà di un gruppo forte solo sulla carta, che non reagisce come dovrebbe

Quando si è forti bisogna dimostrarlo. Cosa che il Cagliari non fa. Ed ora basta con la storia di una rosa da Europa League, perché la realtà a nove gare dalla fine, dice terzultimo posto e Serie B certa, a meno di ripetere il miracolo di qualche stagione fa nelle ultime due giornate. La sconfitta di ieri, la terza di fila dopo quelle con Juventus e Spezia, pesa come un macigno. Non tanto perché il Torino ha portato via un punto nel derby, quanto per un Cagliari che (sarà anche sfortunato davanti alla porta avversaria) non sa più reagire al gol subito. Le ultime tre partite ne sono una prova purtroppo talmente evidente. Quello che fa rabbia è l’aver perso sabato contro un Hellas Verona sceso in campo con le infradito, che ha colpito due volte portando a casa una vittoria dopo tre ko di fila, che sono state la sorpresa dell’uovo di Pasqua amarissimo invece per il Cagliari.

Che vede la salvezza sempre più lontana. Il tempo passa inesorabilmente: a nove gare dalla fine, anche se la prossima avversaria si chiama Inter, non si può mollare. Perché è la storia del calcio che lo insegna. Ma la stessa storia, dice tra le righe, che la salvezza in un campionato te la devi conquistare perchè nessuno te la regala. Il che tradotto, significa grinta, lottare su ogni pallone e scendere in campo per dimostrare che mantenere la Serie A è ancora possibile. Ne va della dignità di ogni giocatore. Anche perché, una retrocessione soprattutto per i vari Cragno, Godin, Nainggolan e Nandez, non sarebbe certo un bel curriculum in carriera da esibire.

COSA HA DETTO LA SCORSA GIORNATA. Che in vetta l’Inter, vincendo a Bologna, vede lo scudetto che manca dai tempi di Mourinho, sempre più vicino. Anche perché, con una gara da recuperare, mercoledì alle 18.45 a San Siro contro il Sassuolo, il divario sul Milan (fermato sabato in casa dalla Sampdoria) in caso di vittoria salirebbe a +11. I rossoneri, più che alla vetta, devono pensare a tenersi stretto il secondo posto, con l’Atalanta che sta arrivando e Juventus e Napoli, che si affrontano dopodomani, in agguato. Discorso qualificazione Champions che, con la vittoria sullo Spezia, interessa anche la Lazio, anche se il divario da colmare non è di certo poco. Intanto i biancocelesti hanno sopravanzato i cugini della Roma, fermati al Mapei Stadium dal Sassuolo.

I neroverdi, con l’Hellas Verona, la Sampdoria e il Bologna, hanno una classifica tranquilla, come del resto Udinese e Genoa. Dalla Fiorentina al Parma dieci punti di differenza per mantenere la Serie A, con il Crotone ormai retrocesso che aspetta solo la matematica ma che (come ha dimostrato giocandosela anche sabato a Napoli) se la vuole giocare in ogni partita. Il ritorno di Iachini ha portato in dote un pareggio sofferto per la Fiorentina in casa del Genoa. I viola restano a braccetto col Benevento, che ha fermato il Parma sempre penultimo, sul 2-2.

LA PROSSIMA GIORNATA. Il dodicesimo turno verrà aperto dal match del Picco, sabato alle 15 (Sky Calcio) da Spezia-Crotone, alle 18 (Sky Calcio) al Tardini, il Parma riceve il Milan, mentre alle 20.45 alla Dacia Arena, l’Udinese se la vedrà (Dazn 1) col Torino. Domenica si giocheranno Inter-Cagliari alle 12.30 (Dazn 1) alle 15 Verona-Lazio (Dazn 1), Juventus-Genoa, (Sky Calcio), Sampdoria-Napoli (Sky Calcio), alle 18 Roma-Bologna, alle 20.45 Fiorentina-Atalanta (Sky Calcio e Sky Sport) e lunedì alle 20.45 Benevento-Sassuolo (Sky Calcio).

167 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
167 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti