Resta in contatto

Rubriche

Accadde oggi… La morte di Longoni: l’inseguitore di scudetti

La sua vicenda è tra le più incredibili nella storia del campionato di Serie A: Giuseppe “Pino” Longoni, tra il 1969 e il 1970, è legato al Cagliari ma in modo davvero singolare

TERZINO. Giuseppe – detto Pino – Longoni nasce a Seregno (Milano) il 12 aprile 1942. Cresce calcisticamente nel settore giovanile dell’Inter, dove incrocia un autentico fenomeno nel suo stesso ruolo: Giacinto Facchetti. È costretto così a lasciare Milano, destinazione Como. Con il sodalizio lariano debutta in Serie B nel campionato 1962-63, titolare con 29 presenze. Le sue prestazioni sono convincenti, tanto da spingere il Modena a portarlo finalmente in massima serie la stagione dopo. In seguito ad una seconda annata in cadetteria, si trasferisce a Cagliari. I sardi stanno per affrontare appena il secondo torneo di Serie A della loro storia e il difensore si ritaglia un posto da titolare anche in Sardegna.

ESTATE 1969. Longoni viene inserito in uno scambio di mercato, che si rivelerà beffardo: viene ceduto alla Fiorentina, mentre il collega Eraldo Mancin compie il percorso inverso. I viola si sono appena laureati Campioni d’Italia per la seconda volta. In quella stagione 1969-70 è invece il Cagliari ad agguantare il titolo, spinto al massimo traguardo dalle reti di uno strepitoso Gigi Riva. Per Giuseppe Longoni si materializza così una situazione paradossale: arriva alla Fiorentina quando i toscani hanno appena vinto lo scudetto ed assiste a quello vinto dal Cagliari, che aveva appena lasciato. Al contrario del fortunatissimo Mancin, che si fregia in questo modo di due vittorie in altrettanti tornei e con diversi club. Insomma… il triangolino tricolore non vuole proprio essere conquistato da Longoni. Un’atroce beffa sportiva, che ingiustamente abbina il giocatore di Seregno ad un unico aneddoto, nonostante la buona carriera. La scomparsa sopraggiunge il 22 marzo 2006, dopo diversi anni di sofferenze fisiche.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "ha solo seguito gli ordini del presidente: RETROCEDERE"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Rubriche