Resta in contatto

News

Ottavi di finale Coppa Italia. Lukaku evita i rigori all’ultimo istante e porta l’Inter ai quarti: Fiorentina battuta 2-1

Tempi regolamentari chiusi sull’1-1 effetto dei gol siglati da Vidal e Koumè e supplementari decisi dalla rete del belga. Ora per i nerazzurri altro derby col Milan

Dopo il Milan, 5-4 ai rigori contro il Torino ieri sera, anche l’Inter vola ai quarti di finale. Lo fa battendo 2-1 la Fiorentina apparsa in crescita grazie al gol di Lukaku a un minuto dai calci di rigore.

LA CONTESA. Sia Prandelli che Conte cambiano vari giocatori rispetto al precedente impegno in campionato contro Cagliari e Roma, dando una chance ad alcuni che hanno avuto meno opportunità fino ad ora. Dopo una fase iniziale di studio, primo pericolo da parte di Lautaro Martinez (sul passaggio di Vidal) fondamentale deviazione di Castrovilli dopo 11’, che evita la rete ospite. 28’. Caceres spazza via un pallone che Young voleva far giungere a Peresic. Gara che vive di qualche accelerazione ma nulla più, fino all’azione che porta al rigore che Massa di Imperia (con al VAR Aureliano di Bologna) tornato ad arbitrare i viola 17 mesi dopo le tante polemiche, al termine del 3-4 dei toscani contro il Napoli, concede al 40’ quando Terracciano attera Sanchez. Dal dischetto Vidal non sbaglia, superando Terracciano centralmente e rasoterra. Dall’altra parte proteste (42’) per un penalty non assegnato per fallo stavolta di Skriniar su Kouamè. In questo caso il direttore di gara, dopo aver visto le immagini, fa proseguire il match fino al 3’ di recupero per poi mandare le squadre alla pausa canonica di un quarto d’ora.

In apertura del secondo tempo Lautaro Martinez ad un passo dal raddoppio, fallendo al 2’ praticamente un rigore in movimento, sull’assist di Peresic. Dieci minuti dopo pareggio Kouame con una bordata dal limite dell’area, che al 12’ supera Handanovic, dopo una respinta corta della difesa. Una dozzina di minuti dopo aver rimediato il gol il tecnico dei nerazzurri manda in campo (24’) Lukaku e Hakimi, che sfiora il palo con un tocco morbido col piede destro (31’) per aumentare il peso in attacco ed evitare i supplementari, in vista dei prossimi impegni in campionato. A dieci minuti dalla fine, sul cross basso da parte di Peresic, Sanchez non riesce a siglare. Dall’altra parte (38’) Handanovic si salva in qualche modo sull’accorrente Bonaventura. Entrambe le compagini non evitano l’overtime, che Massa decreta dopo 2’ di recupero.

Nel primo tempo supplementare Venuti impegna severamente il portiere ospite dopo appena 21 secondi,  al 3′ traversa di Peresic, dopo una deviazione. Al 13′ Terracciano dice no al colpo di testa di Sanchez, imbeccato in area da Hakimi. Ancora un quarto d’ora, al netto del recupero, per evitare i rigori, che ieri sera hanno deciso il passaggio del turno del Milan, che ha avuto accesso ai quarti dopo il 5-4 sul Torino. Nella seconda parte ritmi decisamente più bassi e tanta confusione fino alla parata d’istinto Terracciano , che evita la rete a Lukaku a 4′ dalla fine, respingendo la sfera con piede sinistro. Nulla può l’estremo difensore sulla botta vincente del belga al 14′ innescato da Barella. Vane proteste viola per un fallo inizio azione, non rilevato però da arbitro e VARInter ai quarti contro il Milan, Fiorentina eliminata dalla seconda competizione nazionale.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Ultimo commento: "Xche ci mettete in difficolta 2 canpioni in canpo e fuori. Forza Casteddu.mia Madre Cagleritana .Pandori Amelia.e mio Figlio direttore Sportivo..."

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Ultimo commento: "RIVA, ROMBO DI TUONO, è un mito ineguagliabile nella storia del calcio!"

Altro da News